Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dal +20 del primo tempo al -1 della ripresa

PAZZO BENETTON: DRAGONS BATTUTI MA CHE SOFFERENZA

Ha deciso un calcio di Tebaldi a tempo scaduto


TREVISO - Partita pazza a Monigo: dopo un primo tempo dominato, il Benetton dal +20 va sotto di uno ma la risolve un calcio di Tebaldi a tempo scaduto. La partita comincia nel miglior dei modi per gli uomini di coach Crowley che vanno subito in meta con Ruzza, Allan trasforma facilmente. Nonostante il buon avvio dei padroni di casa, i gallesi non sembrano aver subito il colpo e provano a farsi vedere nella metà campo dei Leoni riuscendoci con buoni risultati visto il piazzato di Robson che accorcia le distanze. Poco più tardi i Dragons si riaffacciano nella zona rossa dei Leoni e portano a casa un nuovo calcio di punizione messo a segno ancora da Robson. I biancoverdi con l’avversario ora vicino ad una sola distanza, cambiano marcia e ci provano prima con Benvenuti che viene fermato sul più bello e successivamente con Ioane che sfugge sulla fascia depositando l’ovale oltre la linea; Allan dalla piazzola non è preciso. Al 28’ i Leoni replicano: Allan servito da Sperandio il quale batte il suo diretto avversario sull’out di destra. L’apertura biancoverde impreziosisce poi la marcatura con la trasformazione. I Dragons creano ma i Leoni sono bravi a respingere i loro attacchi. Prima di andare negli spogliatoi ultima avanzata dei biancoverdi che grazie ad una rapida giocata di Tebaldi trovano la meta trasformata da Allan che gli permette di andare sul +20 ed al tempo stesso di conquistare il punto di bonus offensivo. Il secondo tempo si apre con i Leoni che vanno in touche con un calcio di punizione ottenuto poco fuori dai ventidue metri. Maul impostata e Faiva va dritto in meta, l’arbitro prima assegna la marcatura ma dopo un consulto con il TMO annulla tutto. Al 54’ arriva la prima meta dei Dragons ad opera del seconda linea Cory Hill, Robson aggiunge due punti dalla piazzola. La reazione dei gallesi non si ferma qui poiché al 61’ trovano ancora la strada che li conduce al bottino grosso con l’ala Rosser, alla piazzola Robson è preciso. Al 66’ il centro Edwards buca la difesa biancoverde ed arriva oltre la linea di meta, la trasformazione di Robson segna il sorpasso degli ospiti. Nel quarto finale il possesso dell’ovale è dei Leoni che ci provano in tutti i modi commettendo qualche errore di troppo. Al 74’ Faiva rompe un placcaggio e spiana la strada ai suoi verso l’area di meta avversaria, cede la palla a Lazzaroni poi allargata per Brex. Barbini viene fermato sui 5 metri, serie di pick and go con Faiva che forza il passaggio su Benvenuti. L’ovale termina a terra e l’azione sfuma. Sulla mischia successiva Tebaldi fa pressione sul mediano avversario ed i gallesi commettono in avanti. A quattro minuti dal termine mischia sui 5 in favore dei Leoni, gioco poi aperto dall’altra parte del campo su Sperandio che commette in avanti. Mischia in difesa in favore dei gallesi, i biancoverdi raccolgono le ultime forze e vincono un calcio di punizione. Tebaldi raccoglie l’ovale e lo posiziona sulla piazzola. Stadio Monigo ammutolito, ovale calciato e pali centrati. Non c’è più tempo, l’arbitro fischia la fine e i Leoni battono i Dragons 29 a 27 eguagliando il record di 10 vittorie stagionali stabilito nel 2013.

BENETTON-DRAGONS 29-27
BENETTON 15 Jayden Hayward (50’ Nacho Brex), 14 Luca Sperandio, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan (68’ Marty Banks), 9 Tito Tebaldi, 8 Nasi Manu (50’ Sebastian Negri), 7 Abraham Steyn(67’ Alessandro Zanni), 6 Marco Barbini, 5 Marco Lazzaroni, 4 Federico Ruzza, 3 Simone Ferrari (49’ Tiziano Pasquali), 2 Tomas Baravalle (34’ Hame Faiva), 1 Federico Zani (49’ Cherif Traore)

A disposizione: 22 Tommaso Iannone. All. Crowley

DRAGONS 15 Zane Kirchner, 14 Ashton Hewitt, 13 Sam Beard, 12 Connor Edwards, 11 Jared Rosser, 10 Arwel Robson, 9 Owain Leonard (48’ Charlie Davies), 8 Lewis Evans, 7 Aaron Wainwright, 6 Harrison Keddie (19’ Taine Basham), 5 Rynard Landman (48’ Joe Davies), 4 Cory Hill, 3 Lloyd Fairbrother, 2 Elliot Dee, 1 Gerard Ellis (16’ Luke Garrett)
Head coach: Bernard Jackman

MARCATORI 2’ meta Ruzza tr. Allan, 9’ p. Robson, 16’ p. Robson, 24’ meta Ioane, 28’ meta Allan tr. Allan, 40’ meta Tebaldi tr. Allan, 54’ meta Hill tr. Robson, 61’ meta Rosser tr. Robson, 66’ meta Edwards tr. Robson, 80’ p. Tebaldi