Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/211: PATRICK REED INDOSSA LA GIACCA VERDE

Lo statunitense vince l'82° Masters di Augusta


TREVISO - È l’edizione ottantadue del Masters, che data 1930; uno dei quattro maggiori campionati del Golf. Si tiene all'Augusta National, in Georgia, il Paradiso del Golf. Un Campo molto particolare, bello e difficile, massimamente rappresentato da” Amen Corner”, il tratto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/210: A CA' DELLA NAVE BUON COMPLEANNO MAL

Gara (e festa) con protagonista il cantante dei Primitives


MARTELLAGO - A festeggiare la sua data di nascita avvenuta da qualche giorno, Mal (al secolo Paul Bradley Couling), il 28 marzo ha sponsorizzato una gara di Golf a Cà della Nave. Voleva festeggiare il suo compleanno in un Campo da Golf. La scelta del 28, a Cà della Nave, è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/209: AL VIA IL CHALLENGE 2018 DELL'AIGG

A Roma debutta la stagione dei giornalisti golfisti


ROMA - Il debutto del challenge AIGG ha ormai una sede consolidata: la prima gara dell’anno si gioca al Marco Simone Golf and Country Club, a Guidonia, nell’ospitalità raffinata di Lavinia Biagiotti Cigna. Lavinia è la deliziosa figlia di Laura Biagiotti, la grande donna...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Proiezione pubblica e incontro con gli studenti trevigiani

IL CAMBIO DI PROSPETTIVA DI MARTINA CAIRONI

La velocista paralimpica protagonista del docu-film Niente sta scritto


TREVISO - Ha portato la sua testimonianza ad oltre duecento studenti delle scuole superiori trevigiane. Per ribadire che anche dopo la caduta più dura ci si può rialzare. Martina Caironi, 28enne bergamasca, nel 2007, in seguito ad un incidente in moto, ha subito l'amputazione della gamba sinistra. Dopo un periodo di inevitabile difficoltà si è appassionata all'atletica: ha vinto l'oro nei cento metri piani alle Paralimpiadi di Londra 2012 e di Rio 2016, dove ha anche conquistato l'argento nel salto in lungo, oltre ad aver vinto cinque titoli mondiali. L'atleta azzurra, insieme al giornalista trentino Piergiorgio Cattani, affetto da una distrofia di duchenne, una grave malattia degenerativa, è protagonista del documentario “Niente sta scritto” del regista trevigiano Marco Zuin.
Di Martina, in particolare, viene raccontato un viaggio in Kenya, in uno dei pochissimi centri per persone disabili del paese, nell''ambito di un progetto di cooperazione internazionale della Fondazione Fontana. La donna paralimpica più veloce al mondo è stata l'ospite d'onore, insieme all'autore, della serata di presentazione del docu-film, promossa dalla Fondazione Zanetti di Treviso, che ha collaborato alla realizzazione.