Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cinquemila contribuenti guadagnano 221mila euro

PIÙ RICCHI, MA UNO SU TRE DICHIARA MENO DI 15MILA EURO

L'analisi della Cgil sui redditi dei trevigiani


TREVISO - La crisi sembra allentare la sua morsa sulla Marca, almeno secondo la fotografia scattata dalle dichiarazione dei redditi. Nel 2016 l'imponibile Irpef complessivo dichiarato dai contribuenti trevigiani sfiorava i 13 miliardi di euro, il 2,2% in più rispetto all'anno precedente e il 4,4% in più rispetto al 2014. Il reddito medio si attesta a 21.104 euro annui, 660 in più rispetto a due anni prima. Si tratta, è bene precisarlo, di cifre lorde: ad elaborarle lo Spi, il sindacato dei pensionati della Cgil Treviso.
Sono in diminuzione coloro che ha presentato una denuncia per importi uguali o inferiori a zero: 1.834 persone, mentre 5.036 contribuenti dichiarano oltre 120mila: ciascuno di loro, ha visto aumetare i propri introiti, in un biennio, in media di 7mila euro all'anno. Ma più di un terzo dei trevigiani, tuttavia ha un reddito non superiore ai 15mila euro all'anno. E, mentre il reddito dei lavoratori dipendenti cresce del 2,3% e quello del pensionati del 3,3, i lavoratori autonomi registrano un rialzo del 16,5 e gli imprenditori in contabilità ordinaria del 21,4%.
Il comune con i 730 più sostanziosi, per i dipendenti, è San Pietro di Feletto, a 27.110 euro pro capite, quasi duemila in più del capoluogo Treviso, dove ci sono anche le pensioni di maggior importo: 20.802 euro all'anno. I dipendenti più poveri, invece, con 17.326 euro risiedono a Moriago, mentre i pensionati di Tarzo devono tirare avanti con non più di 12.790 euro all'anno.
Anche per questo Paolino Barbiero, segretario provinciale dello Spi, è prudente nell'affermare che la ricchezza dei trevigiani è in crescita.