Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club più vicino alla città di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/254: IN MESSICO IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MOLINARI

Il torinese chiude 17° nel torneo vinto da Dustin Johnson


CITTA' DEL MESSICO - Il campionato mondiale messicano segna il rientro in campo di Francesco Molinari, nella prima delle contese stagionali del World Golf Championship. Il torneo si disputa al Club de Golf Chapultepec di Città del Messico, con un montepremi di 10.250.000 dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviata la decisione sullo stato di insolvenza

VENETO BANCA, SIT-IN E SPUTI ALL'EX PRESIDENTE LANZA

Un centinaio di ex soci davanti al Tribunale


TREVISO - Tutto rimandato sullo di insolvenza di Veneto Banca. Nell'udienza in programma al Tribunale di Treviso, infatti, Il giudice della sezione fallimentare , Antonello Fabbro, si è riservato la decisione. Una scelta dettata anche dall'istanza del pubblico ministero titolare dell'inchiesta Massimo De Bortoli di una consulenza tecnica sulla materia. La questione in sintesi è questa: l'istituto montebellunese, il 25 giugno scorso, al momento della sua messa in liquidazione coatta amministrativa e dell'acquisizione da parte di Intesa San Paolo, era in grado di onorare il saldo delle obbligazioni emesse dieci anni prima e in scadenza il 21 giugno? In caso di risposta negativa, secondo l'accusa, ovviamente la banca dovrebbe essere considerata insolvente. Vicerversa, come sostiene la difesa del cda dell'epoca e gli stessi commissari liquidatori, pur rischiando un dissesto, il bilancio avrebbe consentito comunque il pagamento.

Bisognerà attendere però ancora alcuni giorni, forse qualche settimana prima che il giudice sciolga la riserva.

Mentre era in corso l'udienza, un centinaio di risparmiatori ha dato vita anche ad un sit-in davanti al palazzo di giustizia trevigiano. Durante la manifestazione, promossa dal Coordinamento don Torta, ci sono stati anche alcuni momenti di tensioen.  Gli animi si sono scaldati soprattutto quando da palazzo di giustizia è uscito, accompagnato dai suoi legali, Massimo Lanza, ultimo presidente di Veneto Banca, tra il 2016 e il 2017, prima della messa in liquidazione. Al grido di ladro e vergogna, il manager è stato anche avvicinato da un manifestante che gli ha sputato addosso.

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica