Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Venerdì 20 aprile a Villa Zanetti di Villorba la pedagogista Daniela Scandurra

METODO MONTESSORI, UN INCONTRO GRATUITO PER GENITORI ED EDUCATORI

L'iniziativa di Fondazione Zanetti e Il Melograno


Quattro incontri serali per “conversare” sul mondo dell’infanzia.

Fondazione Zanetti Onlus e Il Melograno Treviso - Centro informazione Maternità e Nascita - si uniscono per offrire a genitori, educatrici/ori, insegnanti e ad adulti che si prendono cura dei bambini, quattro incontri, o meglio quattro “conversazioni” serali, su tematiche di grande interesse che riguardano l’infanzia: le principali caratteristiche del metodo Montessori, le competenze e i bisogni delle bambine e dei bambini da zero a tre anni, il lutto perinatale, gioie e dolori di essere fratelli.

Nel primo appuntamento, che si terrà il 20 aprile all'auditorium di Villa Zanetti (Viale Felissent, 53, Villorba) , si parlerà del metodo Montessori con la pedagogista Daniela Scandurra autrice del libro "Un'altra educazione è possibile. La risposta montessoriana ai bisogni dei bambini", intervenuta ai nostri microfoni.


Nel testo Daniela Scandurra fa comprendere come il Metodo Montessori è prima di tutto uno Stile di Vita, un approccio all'educazione capace di sostenere e proteggere in modo pratico e concreto la crescita dei bambini. Il libro suggerisce strade da seguire, individualmente e collettivamente. Mostra a madri e padri (e anche ad educatrici ed educatori, maestre/i e docenti) come osservare e rispettare fin dalla nascita il tempo unico e non rinviabile di ogni bambino, come onorarne la crescita anziché imporre e programmare al suo posto.

 

Le “conversazioni” sono ad ingresso gratuito (è però necessaria la prenotazione) e si terranno presso l’Auditorium di Villa Zanetti a Villorba (TV), alle ore 20:30, il 20 aprile, il 9 e 29 maggio e il 6 giugno 2018. E’ possibile partecipare ad una, due, tre o a tutte e quattro le conversazioni.

 

Per informazioni e prenotazioni: Fondazione Zanetti Onlus

T.0422/312680 eventi@fondazionezanetti-onlus.org

 

 

PROGRAMMA

 

Venerdì 20 aprile 2018:

Principali caratteristiche del Metodo Montessori e presentazione del libro "Un'altra educazione è possibile". 

Relatrice: Daniela Scandurra - Pedagogista Montessoriana, Presidente de Il Melograno sede di Trento.

Montessori: non un Metodo ma uno Stile di Vita, un approccio all'educazione capace di sostenere e proteggere in modo pratico e concreto la crescita dei nostri bambini.

 

Mercoledì 9 maggio 2018:

Competenze e bisogni delle bambine e dei bambini zero - tre anni.

Relatrice: Cristina Realini - Filosofa e Pedagogista, Operatrice della Nascita de Il Melograno

Attorno al compimento del primo anno di vita ed entro i tre anni dei bambini e delle bambine, è importante favorire nuovi e importanti passaggi. Abbiamo, come adulti, la necessità di confrontarci per acquisire strumenti di comprensione e di osservazione intorno ai bisogni irrinunciabili dei bambini e delle bambine di questa età.

 

Martedì 29 maggio 2018

Uscire dal silenzio, so-stare con le famiglie che hanno vissuto un lutto perinatale.

Relatrice: Elena Pellizzato - Psicoterapeuta famigliare.

La perdita di un figlio, in qualsiasi epoca gestazionale, è un evento doloroso, che richiede una profonda riorganizzazione di equilibri personali, di coppia e familiari, in una situazione che, spesso è vissuta in solitudine. L’incontro si propone come uno spazio di condivisione e riflessione su questo tema, per tutti coloro che hanno vissuto quest’esperienza o che si occupano della cura delle donne e delle loro famiglie nel periodo della gravidanza, al fine di promuovere il sostegno, l’ascolto e l’attivazione delle risorse delle persone che si trovano a vivere questo lutto.

 

Mercoledì 6 giugno 2018:

Fratelli e sorelle non si nasce. Gioie e dolori di essere fratelli.

Relatrice: Cristina Realini - Filosofa e Pedagogista, Operatrice della nascita de Il Melograno

Nonostante i significativi segnali di cambiamento delle tipologie familiari, in corso ormai da tempo, nel pensiero collettivo appare ancora consolidata l’idea che fratellanza e sorellanza, come altri legami familiari, non siano frutto di un incontro e di un processo costruito tra persone, ma un dato di fatto sovrapponibile al certificato di stato di famiglia.

Eppure adulti, genitori o non, riconoscono, sia nella propria vita di figli che in quella trascorsa accanto ai propri figli, che questa convinzione non corrisponde sempre alla realtà del quotidiano.

Anche i legami familiari infatti sono soggetti e si rifanno alle regole di costruzione dei rapporti tra le persone. Nulla, cioè, esiste a priori, ma è frutto di quanto e come si costruisce nel tempo e nello spazio delle relazioni.