Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I lavori per il polo scolastico a Ca' Tron non prima del 2019

SERVE LA VIA PER L'H-CAMPUS, I TEMPI SI ALLUNGANO

Donadon minaccia di traslocare a Milano


RONCADE - L'apposita commissione regionale ha stabilito che il progetto del nuovo campus di H-Farm a Ca' Tron dovrà essere sottoposto a Valutazione di impatto ambientale. Si allungano così i tempi per l'avvio dei lavori: con ogni probabilità non potranno cominciare prima del 2019. Riccardo Donadon, presidente e fondatore del gruppo trevigiano del digitale, minaccia di spostare l'intero polo scolastico a Milano.
Dopo un iter autorizzativo partito oltre due anni fa, nel novembre scorso era stata H-Farm stessa, insieme a Cattolica Assicurazioni, partner nel progetto, ad avviare la procedura di verifica di assoggettabilità alla Via: uno screening preventivo sulle ricadute ambientali, nel quale l'azienda aveva raccolto 25 pareri favorevoli dai vari enti coinvolti.
La commissione, però, ha decretato la necessità di un'indagine completa. Una pronuncia
“Sono davvero sconcertato, arrabbiato e deluso da questa decisione che trovo assurda e incomprensibile - ha dichiarato Riccardo Donadon - I mali del nostro Paese si trovano purtroppo anche nella nostra splendida Regione che non ha saputo in due anni e mezzo, dall’inizio dell’iter, approvare un progetto che vede la realizzazione di una scuola, un polo di formazione unico, in grado di portare cultura, ricchezza e opportunità  tutto il territorio.
Sono veramente tanto deluso, stiamo parlando di 65milioni di euro, di 350 operai del territorio che stanno aspettando per costruire, ma come si fa… a bloccare la costruzione di una scuola"
"Sono innervosito dalla cecità di chi ci circonda - ha continuato - che ancora ci vede come “quelli che fanno le startup”, ma non hanno capito che oggi siamo una realtà di oltre 500 persone, che paga 20milioni di euro all’anno di stipendi, formata non da ragazzini, ma da uomini e donne che lavorano, che hanno una famiglia e che sono il presente e futuro del nostro Paese".
Dalla Regione hanno ribadito che la Commissione Via è un organo tecnico e indipendente
Il nuovo H-Campus, esteso su una cinquantina di ettari, di cui il 90% ad area verde, accanto all'attuale quartier generale di H-Farm, comprende aule, laboratori, palestre ed edifici vari, tra cui una biblioteca auditorium semi interrata, progettata da Richard Rogers (autore del Centre Pompidou di Parigi). Tutti con caratteristiche di ecosostenibilità A regime dovrebbe ospitare circa tremila tra studenti, docenti e futuri imprenditori, dall'asilo ai corsi universitari ai master post laurea.