Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club pių vicino alla cittā di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/254: IN MESSICO IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MOLINARI

Il torinese chiude 17° nel torneo vinto da Dustin Johnson


CITTA' DEL MESSICO - Il campionato mondiale messicano segna il rientro in campo di Francesco Molinari, nella prima delle contese stagionali del World Golf Championship. Il torneo si disputa al Club de Golf Chapultepec di Città del Messico, con un montepremi di 10.250.000 dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Evento promosso da Treviso Sotterranea e Comune

FESTA DI COMPLEANNO PER IL MEZZO MILLENNIO DI PORTA SAN TOMASO

Costruita nel 1518, aperta anche la sala d'arme


TREVISO - Cinquecento anni rappresentano un compleanno davvero speciale e merita una vera e propria festa. Parecchi trevigiani ieri si sono ritrovati per celebrare il mezzo millennio di storia di Porta San Tomaso, uno degli ingressi monumentali più prestigiosi e amati del centro storico del capoluogo della Marca. Con tanto di taglio della torta e soffio sulle candeline da parte del sindaco, il tutto organizzato da Treviso Sotterranea, l'associazione da anni impegnata nelle riscoperta e nella divulgazione degli spazi ipogei, in particolare delle Mura.
Un uno dei punti clou delle visite in cui i volontari hanno accompagnato circa 12mila persone è proprio porta San Tomaso, conferma il presidente Roberto Stoccco
Per l'occasione, è stata aperta anche la sala superiore della porta, con lo splendido soffitto con travi lignee e le feritoie che un tempo servivano per il puntamento dei sottostanti cannoni e oggi consentono inusuali scorci sulla città. L'amministrazione sta pensando alla possibilità di un'apertura più frequente, come sottolinea anche l'assessore ai beni culturali Luciano Franchin.
Dal nome, riferito a san Thomas Beckett e non a San Tommaso apostolo, come molti credono, alla doppia scritta, in latino quella interna rivolta ai colti cittadini, in volgare quella esterna, per chi proveniva dalla campagna, alla statua sulla cima di San Paolo omaggio a se stesso del podestà dell'epoca, questo arco di trionfo voluto dalla Serenissima per la vittoria sulla Lega di Cambrai riserva tante curiosità.