Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/281: LE PROMESSE DEL GOLF EUROPEO FEMMINILE A VILLA CONDULMER

La padovana Benedetta Moresco trionfa all'Internazionale under 18


MOGLIANO VENETO - È il secondo anno consecutivo che Golf Villa Condulmer ospita questo importante campionato, l’Internazionale femminile under 18; da qui, spunteranno le future Campionesse del Tour europeo. Ben dodici le nazioni partecipanti, oltre all'Italia: Austria, Belgio, Croazia,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/280: OMEGA MASTERS, UN CLASSICO TRA LE ALPI

Nove gli italiani al torneo dell'European Tour


CRANS MONTANA (SVIZZERA) - L’Omega Masters è uno dei tornei classici dell’European Tour. La storia di questo torneo, seppur con diverso nome (all’epoca Swiss Open), risale al 1905. È la tappa svizzera del tour europeo del golf maschile professionistico, in cui si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/279: MCILROY TRIONFA NEL TOUR CHAMPIONSHIP

Il nordirlandese si aggiudica la FedEx Cup e il jackpot da 15 miloni di dollari


ATLANTA (USA) - Siamo all’ultimo atto del Tour FedEx Cup, che tiene impegnati gli appassionati nel mese di agosto, con i tre tornei: è iniziato con il Northern Trust disputato nel New Jersey, poi si è giocato il BMW Championship nell’Illinois, tocca ora al terzo, il Tour...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 10mila firme raccolte, un sito con tutti i documenti

H-FARM PUNTA A RIBALTARE LA PRONUNCIA DELLA COMMISIONE VIA

Verranno presentate le controdeduzioni per il campus


RONCADE - Ad H-Farm non hanno perso l'ultima speranza di riuscire a dimostrare che il progetto del nuovo H-Campus non deve essere sottoposto alla Valutazione di impatto ambientale. Appena verrà recapitato il verbale con le motivazioni che, secondo l'organismo rendono necessaria la procedura, il gruppo del digitale chiederà un nuovo incontro con i commissari, per presentare le proprie controdeduzioni, portando più esperti possibili. Se questo tentativo non dovesse avere l'esito sperato, si procederà con la valutazione: Riccardo Donandon, però, chiede tempi certi e prescrizioni precise sugli interventi da eseguire. "Quello che finora è mancato", ribadisce. I lavori avrebbero dovuto partire già lo scorso autunno, invece, al di là della preparazione del terreno, con l'interramento delle linee elettriche e l'abbattimento di alcuni fabbricati fatiscenti, il cantiere è ancora di là da venire, proprio per le lungaggini burocratiche. Per i promotori, il campus deve essere assolutamente operativo entro settembre 2019. Se questa ipotesi si dimostrasse non perseguibile - sottolinea l'imprenditore trevigiano - a malincuore si dovranno cercare sedi alternative a Ca' Tron. Le offerte non mancano: Milano, Verona (sede di Cattolica Assicurazioni, uno dei soci del progetto), Padova, ma anche un istituto scolastico a Ponte di Piave o il vecchio stabilimento ex San Remo a Caerano San Marco.
Nel frattempo, la petizione on line a sostegno del campus è stata chiusa dopo aver superato le diecimila firme in poco più di tre giorni. Per dimostrare la massima trasparenza e la volontà di operare rispettando tutte le regole, H-Farm creerà un sito dove pubblicherà tutta la documentazione relativa al progetto del mega polo scolastico.