Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/213: BUBBA WATSON RE DEL MATCH PLAY

Ad Austin la seconda tappa del World Golf Championship


TREVISO - Sul percorso dell’Austin CC nel Texas, si è giocato il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, il mini circuito mondiale Match Play, le cui gare sono di livello solo di poco inferiore ai major e il cui montepremi ammonta a 10 milioni di dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 10mila firme raccolte, un sito con tutti i documenti

H-FARM PUNTA A RIBALTARE LA PRONUNCIA DELLA COMMISIONE VIA

Verranno presentate le controdeduzioni per il campus


RONCADE - Ad H-Farm non hanno perso l'ultima speranza di riuscire a dimostrare che il progetto del nuovo H-Campus non deve essere sottoposto alla Valutazione di impatto ambientale. Appena verrà recapitato il verbale con le motivazioni che, secondo l'organismo rendono necessaria la procedura, il gruppo del digitale chiederà un nuovo incontro con i commissari, per presentare le proprie controdeduzioni, portando più esperti possibili. Se questo tentativo non dovesse avere l'esito sperato, si procederà con la valutazione: Riccardo Donandon, però, chiede tempi certi e prescrizioni precise sugli interventi da eseguire. "Quello che finora è mancato", ribadisce. I lavori avrebbero dovuto partire già lo scorso autunno, invece, al di là della preparazione del terreno, con l'interramento delle linee elettriche e l'abbattimento di alcuni fabbricati fatiscenti, il cantiere è ancora di là da venire, proprio per le lungaggini burocratiche. Per i promotori, il campus deve essere assolutamente operativo entro settembre 2019. Se questa ipotesi si dimostrasse non perseguibile - sottolinea l'imprenditore trevigiano - a malincuore si dovranno cercare sedi alternative a Ca' Tron. Le offerte non mancano: Milano, Verona (sede di Cattolica Assicurazioni, uno dei soci del progetto), Padova, ma anche un istituto scolastico a Ponte di Piave o il vecchio stabilimento ex San Remo a Caerano San Marco.
Nel frattempo, la petizione on line a sostegno del campus è stata chiusa dopo aver superato le diecimila firme in poco più di tre giorni. Per dimostrare la massima trasparenza e la volontà di operare rispettando tutte le regole, H-Farm creerà un sito dove pubblicherà tutta la documentazione relativa al progetto del mega polo scolastico.