Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/235: ALLA MONTECCHIA LA COPPA DEL MONDO DI TURKISH AIRLINES

Fa tappa in Veneto il campionato amatoriale sostenuto dalla compagnia aerea


SELVAZZANO DENTRO - Con una certa curiosità ho aderito all’invito propostomi dalla compagnia aerea, di partecipare al Turkish Airlines World Golf Cup 2018, inviatomi per tramite dell’Ufficio Stampa italiano della stessa; bello, han fatto le cose molto bene, degne del Club che li...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/234: MOLINARI DECISIVO NELLA RYDER CUP

L'azzurro trascina l'Europa alla vittoria sugli Usa


PARIGI - La tanto attesa storica sfida che ogni due anni mette in competizione gli Stati Uniti d’America e il Vecchio Continente, l’unica competizione in cui l’Europa ha una propria “Nazionale”, gioca sotto un’unica bandiera. I previsti 270mila spettatori, hanno...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/233: FEDEX CUP, IL RITORNO ALLA VITTORIA DI WOODS

Tiger trionfa ad Atlanta, classifica finale a Justin Rose


TREVISO - Istituita nel 2007, la FedEx Cup è un insieme di quattro tornei settimanali del PGA Tour; è una corposa manifestazione di Golf, con il merito di aver introdotto, per prima, il sistema playoff nel golf professionistico. Le gare infatti, quattro, che sono anche la conclusione...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Manildo: "25 aprile e banche, una legge per il ristoro"

IMBRATTATO IL MONUMENTO AI PARTIGIANI SUL MARIECH

La festa della Liberazione continua a dividere


TREVISO - Il 25 aprile nella Marca si è aperto con uno sfregio al monumento ai partigiani sul Monte Mariech, sopra Valdobbiadene. Come già avvenuto in passato, in occasione della Festa della Liberazione, mani ignote, durante la notte, hanno imbrattato il cippo in memoria dei caduti della Brigata partigiana comunista Giuseppe Mazzini, che su questi monti operò durante la Resistenza, scrivendo per tre volte l'insulto Infami, con vernice nera.
L'atto vandalico è stato scoperto da un iscritto della sezione di Valdobbiadene dell'Anpi, l'Associazione nazionale partigiani, che come ogni anno era salito al monumento per deporre una corona di fiori. L'associaizone ha già presentato denuncia.

Al di là dello spiacevole episodio, la festa della Liberazione è stata celebrata in varie località della provincia. Grande partecipazione a Vittorio Veneto, a Montebelluna il sindaco leghista Marzio Favero ha ribadito l'importanza dei valori del 25 aprile, a Mogliano Veneto sono state appese le immagini di alcune trevigiane che hanno preso parte alla lotta partigiana, mentre a Treviso, nella cerimonia ufficiale a Palazzo dei Trecento, oltre al discorso ufficiale del presidente dell'Anpi Giuliano Varnier, il sindaco Giovanni Manildo ha ribadito che anche oggi è necessario ridare speranza alla collettività, come è avvenuto con la liberazione dal nazifascismo. Per questo Manildo ha rilanciato la proposta di una norma per ristorare di parte delle perdite gli ex soci di Veneto Banca.
“Una sorta di acquisto diretto dei crediti da parte dello Stato – ha sottolineato il primo cittadino del capoluogo -. Propongo quindi al nostro territorio, ai sindaci, ai deputati e senatori e al Presidente Zaia, di avviare un percorso per la creazione una legge di iniziativa popolare in grado di tutelare i creditori. E’ questo l’appello che lancio a tutte le persone che hanno deciso di non arrendersi e che insieme a noi vogliono far sentire la propria voce”.