Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/235: ALLA MONTECCHIA LA COPPA DEL MONDO DI TURKISH AIRLINES

Fa tappa in Veneto il campionato amatoriale sostenuto dalla compagnia aerea


SELVAZZANO DENTRO - Con una certa curiosità ho aderito all’invito propostomi dalla compagnia aerea, di partecipare al Turkish Airlines World Golf Cup 2018, inviatomi per tramite dell’Ufficio Stampa italiano della stessa; bello, han fatto le cose molto bene, degne del Club che li...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/234: MOLINARI DECISIVO NELLA RYDER CUP

L'azzurro trascina l'Europa alla vittoria sugli Usa


PARIGI - La tanto attesa storica sfida che ogni due anni mette in competizione gli Stati Uniti d’America e il Vecchio Continente, l’unica competizione in cui l’Europa ha una propria “Nazionale”, gioca sotto un’unica bandiera. I previsti 270mila spettatori, hanno...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/233: FEDEX CUP, IL RITORNO ALLA VITTORIA DI WOODS

Tiger trionfa ad Atlanta, classifica finale a Justin Rose


TREVISO - Istituita nel 2007, la FedEx Cup è un insieme di quattro tornei settimanali del PGA Tour; è una corposa manifestazione di Golf, con il merito di aver introdotto, per prima, il sistema playoff nel golf professionistico. Le gare infatti, quattro, che sono anche la conclusione...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'iniziativa del dott. Enrico Biasutti con il sostegno di molte realtà trevigiane

INSIEME PER IL GHANA, LA SOLIDARIETÀ CHE CONTAGIA

Già partiti 4 container con materiali medici, didattici e ricrativi


Insieme per il Ghana, un esempio di come da un'idea si possa creare un vortice di solidarietà. L'iniziativa è di Enrico Biasutti, già Dirigente della Squadra Mobile di Treviso e da circa un anno e mezzo funzionario dell'Ambasciata Italiana ad Accra, in Ghana. Qui, nel tempo libero, visitandoo alcune realtà di volontariato, è rimasto colpito dalla precarietà in cui vivono adulti e bambini.
Nasce così l'intenzione di prodigarsi per cercare di portare un aiuto.
Il primo contatto è stato con Laura Antoccia, un'amica dipendente dell'ospedale San Camillo di Treviso, che ha subito ottenuto il pieno appoggio di suor Lancy Ezhupara, direttore amministrativo della struttura.
Subito la catena ha iniziato ad estendersi: dalla Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier, ad uno studio odontoiatrico di Montebelluna, dal liceo Canova, alla scuola internazionale di Treviso, dalla Diadora, a numerosi altri privati. A coordinare i quattro container di materiale medico, didattico e di abbigliamento raccolto la onlus “Futura per tutti” di Arzignano.

Galleria fotograficaGalleria fotografica