Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'iniziativa del dott. Enrico Biasutti con il sostegno di molte realtà trevigiane

INSIEME PER IL GHANA, LA SOLIDARIETÀ CHE CONTAGIA

Già partiti 4 container con materiali medici, didattici e ricrativi


Insieme per il Ghana, un esempio di come da un'idea si possa creare un vortice di solidarietà. L'iniziativa è di Enrico Biasutti, già Dirigente della Squadra Mobile di Treviso e da circa un anno e mezzo funzionario dell'Ambasciata Italiana ad Accra, in Ghana. Qui, nel tempo libero, visitandoo alcune realtà di volontariato, è rimasto colpito dalla precarietà in cui vivono adulti e bambini.
Nasce così l'intenzione di prodigarsi per cercare di portare un aiuto.
Il primo contatto è stato con Laura Antoccia, un'amica dipendente dell'ospedale San Camillo di Treviso, che ha subito ottenuto il pieno appoggio di suor Lancy Ezhupara, direttore amministrativo della struttura.
Subito la catena ha iniziato ad estendersi: dalla Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier, ad uno studio odontoiatrico di Montebelluna, dal liceo Canova, alla scuola internazionale di Treviso, dalla Diadora, a numerosi altri privati. A coordinare i quattro container di materiale medico, didattico e di abbigliamento raccolto la onlus “Futura per tutti” di Arzignano.

Galleria fotograficaGalleria fotografica