Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/213: BUBBA WATSON RE DEL MATCH PLAY

Ad Austin la seconda tappa del World Golf Championship


TREVISO - Sul percorso dell’Austin CC nel Texas, si è giocato il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, il mini circuito mondiale Match Play, le cui gare sono di livello solo di poco inferiore ai major e il cui montepremi ammonta a 10 milioni di dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dei bambini hanno raccontato di "comportamenti ambigui" verso di loro

PRESIDENTE DI CALCIO DELLA CASTELLANA ACCUSATO DI PEDOFILIA

Ora l'uomo si trova agli arresti domiciliari


TREVISO - Il presidente di una società di calcio della castellana, 57 anni, è agli arresti domiciliari accusato di pedofilia da alcuni piccoli calciatori di 9 e 10 anni. I ragazzini avrebbero raccontato ai genitori di come l'uomo si fosse più volte comportato in modo ambiguo e sospetto con loro negli impianti sportivi. Comportamenti che, secondo i carabinieri di Castelfranco, sarebbero iniziati già nel 2016 senza che nessuno si fosse mai accorto di nulla. I militari, dopo aver ascoltato le testimonianze dei ragazzi della scuola calcio, hanno deciso, in collaborazione con la Procura di Treviso, di mettere il presidente agli arresti domiciliari.