Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club pių vicino alla cittā di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/254: IN MESSICO IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MOLINARI

Il torinese chiude 17° nel torneo vinto da Dustin Johnson


CITTA' DEL MESSICO - Il campionato mondiale messicano segna il rientro in campo di Francesco Molinari, nella prima delle contese stagionali del World Golf Championship. Il torneo si disputa al Club de Golf Chapultepec di Città del Messico, con un montepremi di 10.250.000 dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'azienda trevigiana ha creato un kit per aiutare a riconoscere gli aromi di cibi e bevande

NASCE TASTERPLACE, LA PALESTRA DELL'OLFATTO

Il segreto del Prosecco?: "Mela verde e un mix di aromi"


MONTEBELLUNA - Imparare a riconoscere gli aromi dei cibi e delle bevande allenando e affinando i sensi, olfatto in primis. L'azienda trevigiana TasterPlace ha creato "Aromi", una collezione di essenze pensata per sviluppare la memoria olfattiva e imparare a degustare al meglio. Una sorta di palestra dell'olfatto per aiutare a riconoscere i diversi aromi ed apprezzare i cibi di qualità. La collezione, composta da 12 campioni olfattivi, è nata analizzando alcuni prodotti di base come cioccolato, vino ed olio extravergine di oliva. Il debutto è stato proprio con quest'ultimo prodotto: il suo kit propone campioni olfattivi che riproducono nove aromi di oli di alta qualità (pompelmo, mela, banana, foglia di pomodoro, carciofo, erba verde, alloro, mandorla e mora) e tre difetti che rendono l'olio d'oliva non idoneo per la categoria extravergine (muffa, rancido e morchia). Il tutto accompagnato da una pubblicazione curata dai maggiori esperti italiani del settore, dove il "lettore-buongustaio" può ottenere tutte le informazioni necessarie per avvicinarsi al mondo della degustazione e apprendere nuove e moderne tecniche per scoprire gusti e sapori ma soprattutto capire il segreto di un vino di successo o del piatto del momento.

I campioni olfattivi di Aromi sono di intensità elevata per aiutare a memorizzare più facilmente i diversi sentori. Una volta memorizzato ogni singolo sentore, diventa più facile riconoscerlo, anche se molto più tenue, all'interno di un bouquet di aromi che compongono un cibo o una bevanda.

"All'inizio per noi l'olio extravergine di oliva aveva un buon profumo di olio ma non riuscivamo a riconoscere i sentori di carciofo o quelli di mela"- spiegano gli ideatori di TasterPlace – "Con il tempo e con l'allenamento abbiamo capito che l'olfatto può essere allenato a riconoscere i diversi aromi facendo apprezzare i cibi di qualità e facendoci capire quali ci piacciono di più. Questo ci ha aperto un nuovo mondo che ci ha insegnato a scegliere cosa mangiare e come abbinare i diversi cibi.".

Nella terra del Prosecco non poteva mancare la confezione Aromi relativa ad uno dei simboli della Marca nel mondo che ha fatto il debutto alla recente mostra "Prosecco&Superiore" a Cà dei Carraresi. Nelle guida si scopre che è la mela verde è il sentore più caratteristico del vitigno Glera. A questo si possono affiancare dei sentori agrumati, di frutta matura e di fiori bianchi. I sentori agrumati ricordano il limone, se le uve sono state coltivate in zone pianeggianti, e il cedro, se provenienti da zone collinari. La frutta matura può ricordare la pera, se da uve coltivate in pianura, e la banana, se da uve coltivate in collina. Ci sono poi numerosi altri sentori che si possono trovare nei diversi Prosecco (erbe mediterranee, biscotto, camomilla …) e che rendono il bouquet vario e complesso. "Un mix di gusti e aromi che spiega la freschezza e l'aroma fruttato e che lo hanno reso un vino versatile, ideale sia per aperitivo che da pasto" ribadiscono con un pizzico di orgoglio trevigiano i fondatori di TasterPlace.