Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/341: COME FUNZIONA LA QUALYFING SCHOOL?

Alla scoperta dei tornei che promuovono alle competizioni maggiori


TREVISO - Questa settimana andiamo a vedere da vicino come funziona la “Qualifying School”, la serie di tornei dell’Alps Tour che promuovono i talenti mondiali a ottenere la “carta” che permette di partecipare alle competizioni, e come sono regolate le classifiche...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualitā
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, Č 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

27 pezzi unici per un affascinante salto agli albori della riproduzione musicale

RIAPRE VILLA LATTES DI ISTRANA CON UNO SPECIALE MUSEO DI CARILLON

Inaugurazione sabato 26 maggio dalle ore 15.00


ISTRANA - Riapre al pubblico sabato 26 maggio alle 15.00 ad Istrana la splendida dimora appartenuta all’avvocato Bruno Lattes, ora di proprietà del Comune di Istrana. Villa Lattes diventa un piccolo prezioso museo dedicato alla riproduzione meccanica della musica: dal carillon alla “monferrina”, all’armonium, sono raccolti 27 pezzi unici, collezionati dallo stesso avvocato.
La dimora, che si inserisce a pieno titolo in un patrimonio architettonico, storico e artistico unico al mondo, è stata oggetto di un lungo ed accurato restauro, che ne ha restituito il fascino e la maestosità originali.

All’interno sono stati ricostruiti gli ambienti della casa così come idealmente voluta e vissuta dall'avvocato Lattes ed è stata curata l’esposizione di una selezione degli automi più pregevoli e rari fra quelli da lui collezionati: simbolo del museo è Il tamburino, automa della seconda metà del Settecento in divisa della Repubblica di Venezia, pezzo artigianale unico al mondo sia per il soggetto che per la dimensione (sfiora il metro di altezza).

Tra i pezzi in mostra la graziosa ed elegante la Bambola che si incipria, L’uccellino in gabbia, La pianista e ancora Il pagliaccio che suona l’arpa, giocattolo di inizio Novecento tra i primi ad avere la testa di celluloide.
Per il pregio della collezione, la Casa Museo Villa Lattes è equiparabile ad altri due importanti musei europei, il Museo Speelklok di Utrecht (Olanda) e il Museo del carillon e degli automi di Sainte-Croix (Svizzera).


Giorni e orari: Il museo, a partire dal 27 maggio 2018 sarà aperto giovedì 9.00 – 13.00, venerdì 15.00 – 19.00, sabato 9.00 – 12.00 e 15.00 – 19.00, domenica 9.00 – 13.00 e 14.00 – 19.00.

Biglietti e convenzioni: ingresso euro 5,00, ridotti e residenti nel Comune di Istrana euro 3,00 (gratuito per i residenti sabato 26 maggio pomeriggio)
Da sabato 26 maggio sarà disponibile anche la app del museo, utilizzabile sui tablet forniti all’inizio della visita.
Per informazioni: www.museovillalattes.it

Ai nostri microfoni il sindaco di Istrana, Enzo Fiorin