Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Cherv˛ il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/237: L'OPEN D'ITALIA DEI CAMPIONI PARALIMPICI

Lo svedese Joakim Bj÷rkman si conferma imbattibile


CREMA - Sotto l’egida di EDGA (European Disabled Golf Association), si è giocata a Crema la 18esima edizione del torneo italiano per giocatori disabili, aperta a tutte le tipologie di disabilità. Il torneo, appena concluso, si è giocato sulla distanza di trentasei buche,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

27 pezzi unici per un affascinante salto agli albori della riproduzione musicale

RIAPRE VILLA LATTES DI ISTRANA CON UNO SPECIALE MUSEO DI CARILLON

Inaugurazione sabato 26 maggio dalle ore 15.00


ISTRANA - Riapre al pubblico sabato 26 maggio alle 15.00 ad Istrana la splendida dimora appartenuta all’avvocato Bruno Lattes, ora di proprietà del Comune di Istrana. Villa Lattes diventa un piccolo prezioso museo dedicato alla riproduzione meccanica della musica: dal carillon alla “monferrina”, all’armonium, sono raccolti 27 pezzi unici, collezionati dallo stesso avvocato.
La dimora, che si inserisce a pieno titolo in un patrimonio architettonico, storico e artistico unico al mondo, è stata oggetto di un lungo ed accurato restauro, che ne ha restituito il fascino e la maestosità originali.

All’interno sono stati ricostruiti gli ambienti della casa così come idealmente voluta e vissuta dall'avvocato Lattes ed è stata curata l’esposizione di una selezione degli automi più pregevoli e rari fra quelli da lui collezionati: simbolo del museo è Il tamburino, automa della seconda metà del Settecento in divisa della Repubblica di Venezia, pezzo artigianale unico al mondo sia per il soggetto che per la dimensione (sfiora il metro di altezza).

Tra i pezzi in mostra la graziosa ed elegante la Bambola che si incipria, L’uccellino in gabbia, La pianista e ancora Il pagliaccio che suona l’arpa, giocattolo di inizio Novecento tra i primi ad avere la testa di celluloide.
Per il pregio della collezione, la Casa Museo Villa Lattes è equiparabile ad altri due importanti musei europei, il Museo Speelklok di Utrecht (Olanda) e il Museo del carillon e degli automi di Sainte-Croix (Svizzera).


Giorni e orari: Il museo, a partire dal 27 maggio 2018 sarà aperto giovedì 9.00 – 13.00, venerdì 15.00 – 19.00, sabato 9.00 – 12.00 e 15.00 – 19.00, domenica 9.00 – 13.00 e 14.00 – 19.00.

Biglietti e convenzioni: ingresso euro 5,00, ridotti e residenti nel Comune di Istrana euro 3,00 (gratuito per i residenti sabato 26 maggio pomeriggio)
Da sabato 26 maggio sarà disponibile anche la app del museo, utilizzabile sui tablet forniti all’inizio della visita.
Per informazioni: www.museovillalattes.it

Ai nostri microfoni il sindaco di Istrana, Enzo Fiorin