Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Previsti anche concerti in piazza delle big band dei Conservatori

TREVISO SUONA JAZZ ENTRA NEL VIVO E SI ESPANDE FINO AL MONTELLO

In programma nel weekend concerti e workshop


Il Festival Treviso Suona Jazz prosegue con tanti appuntamenti tra sabato e domenica.
Si parte oggi alle 14.00 a Palazzo Da Borso con i workshop di Bebo Ferra e Paolino Dalla Porta, per poi giungere in Loggia dei Cavalieri alle 17.00, orario in cui si esibirà la Big Band del Conservatorio Venezze di Rovigo, diretta dal M° Massimo Morganti, con ospite il trombettista Fulvio Sigurtà “una delle voci più riconoscibili e forti della musica contemporanea”.
La sera sarà caratterizzata da jazz dinner sul Montello e, all’auditorium di Palazzo Bomben a Treviso, si terrà l’atteso spettacolo del trio di Roberto Gatto, uno dei più stimati e apprezzati batteristi della scena jazzistica mondiale. Un concerto dalle emozioni vibranti che, insieme al che, insieme al batterista romano, vedrà Alessandro Lanzoni al pianoforte e Gabriele Evangelista al contrabasso, due dei più interessanti nuovi talenti emersi in Italia negli ultimi anni, le cui straordinarie doti musicali si fondono perfettamente con l’esperienza e di un fuoriclasse come Roberto Gatto.
Domenica proseguono gli spettacoli gratuiti in Loggia dei Cavalieri con ben due Big Band del Conservatorio Steffani di Castelfranco Veneto. Dirette dal M° Gianluca Carollo, avranno come ospiti il saxofonista Michele Polga e la cantante Francesca Bertazzo.
La sera a partire dalle 19.00 jazz dinner e aperitivi nei locali Med in quartiere latino, Burici in Via Manzoni, Soffioni in Piazza dei Signori, Cantinetta Venegazzù in Piazza Ancillotto, dedicati a chi volesse coniugare la buona musica con la buona cucina, con i musicisti del territorio.
Spettacolo conclusivo al Dump in galleria Bailo, con il concerto dell’organ trio di Michele Polga a partire dalle 21.00, e poi l’attesa jam session di fine festival.
“E’ importante puntare sulla qualità e creare sinergie, Treviso Suona Jazz ha dimostrato di essere un progetto in forte crescita ed in grado di dialogare con le realtà del territorio. Eventi sold-out anche in questa edizione, numeri in crescita e pernottamenti in città per quanto riguarda l’afflusso di pubblico non espressamente trevigiano.
Questa edizione ha avuto la riconferma dell’ importante collaborazione con i Conservatori di Musica Steffani di Castelfranco V.to e Venezze di Rovigo, ormai presenze stabili nel nostro cartellone e che ringrazio ancora per la sensibilità rivolta al progetto.
Organizzare un jazz festival a Treviso è stata una sfida, che è diventata una realtà anno dopo anno più forte e più ricca, sono felice di essere giunto alla quarta edizione” dichiara Nicola Bortolanza.