Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/262: LA PRIMA VOLTA DEL MASTERS IN ROSA

Sfida tra le migliori 72 dilettanti sul mitico Augusta National


AUGUSTA - Si tratta di un evento storico per il golf femminile: per la prima volta il Masters in rosa.A giocare all’Augusta National, il mitico percorso voluto da Bobby Jones, sono le migliori 72 dilettanti del mondo. Tra loro, quattro azzurre: Virginia Elena Carta, Caterina Don, Alessandra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/261: IL RITORNO DELLA TIGRE

Tiger Woods trionfa nel Mastersdi Augusta


AUGUSTA - Questo è il primo Major stagionale, il più ambito. Ha luogo nella consueta cornice dell’Augusta National, in Georgia, quel percorso tanto voluto dal mitico campione Bobby Jones. In Campo è presentela crema dei professionisti,i migliori giocatori del mondo, e tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Previsti anche concerti in piazza delle big band dei Conservatori

TREVISO SUONA JAZZ ENTRA NEL VIVO E SI ESPANDE FINO AL MONTELLO

In programma nel weekend concerti e workshop


Il Festival Treviso Suona Jazz prosegue con tanti appuntamenti tra sabato e domenica.
Si parte oggi alle 14.00 a Palazzo Da Borso con i workshop di Bebo Ferra e Paolino Dalla Porta, per poi giungere in Loggia dei Cavalieri alle 17.00, orario in cui si esibirà la Big Band del Conservatorio Venezze di Rovigo, diretta dal M° Massimo Morganti, con ospite il trombettista Fulvio Sigurtà “una delle voci più riconoscibili e forti della musica contemporanea”.
La sera sarà caratterizzata da jazz dinner sul Montello e, all’auditorium di Palazzo Bomben a Treviso, si terrà l’atteso spettacolo del trio di Roberto Gatto, uno dei più stimati e apprezzati batteristi della scena jazzistica mondiale. Un concerto dalle emozioni vibranti che, insieme al che, insieme al batterista romano, vedrà Alessandro Lanzoni al pianoforte e Gabriele Evangelista al contrabasso, due dei più interessanti nuovi talenti emersi in Italia negli ultimi anni, le cui straordinarie doti musicali si fondono perfettamente con l’esperienza e di un fuoriclasse come Roberto Gatto.
Domenica proseguono gli spettacoli gratuiti in Loggia dei Cavalieri con ben due Big Band del Conservatorio Steffani di Castelfranco Veneto. Dirette dal M° Gianluca Carollo, avranno come ospiti il saxofonista Michele Polga e la cantante Francesca Bertazzo.
La sera a partire dalle 19.00 jazz dinner e aperitivi nei locali Med in quartiere latino, Burici in Via Manzoni, Soffioni in Piazza dei Signori, Cantinetta Venegazzù in Piazza Ancillotto, dedicati a chi volesse coniugare la buona musica con la buona cucina, con i musicisti del territorio.
Spettacolo conclusivo al Dump in galleria Bailo, con il concerto dell’organ trio di Michele Polga a partire dalle 21.00, e poi l’attesa jam session di fine festival.
“E’ importante puntare sulla qualità e creare sinergie, Treviso Suona Jazz ha dimostrato di essere un progetto in forte crescita ed in grado di dialogare con le realtà del territorio. Eventi sold-out anche in questa edizione, numeri in crescita e pernottamenti in città per quanto riguarda l’afflusso di pubblico non espressamente trevigiano.
Questa edizione ha avuto la riconferma dell’ importante collaborazione con i Conservatori di Musica Steffani di Castelfranco V.to e Venezze di Rovigo, ormai presenze stabili nel nostro cartellone e che ringrazio ancora per la sensibilità rivolta al progetto.
Organizzare un jazz festival a Treviso è stata una sfida, che è diventata una realtà anno dopo anno più forte e più ricca, sono felice di essere giunto alla quarta edizione” dichiara Nicola Bortolanza.