Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Bioenologia 2.0 si offre di preservare l'ingrediente creato nel 1894

CRISI MELEGATTI: UN'AZIENDA DI ODERZO "ADOTTA" IL LIEVITO MADRE

L'intervista al titolare, Maurizio Polo


Arriva dalla Marca trevigiana un aiuto per preservare l’ingrediente fondamentale della produzione Melegatti, il lievito madre. Bioenologia 2.0, azienda di Oderzo leader nella produzione di lieviti per vino, birra e panificazione ha deciso di mettere a disposizione a titolo gratuito personale ed impianti, al fine di accudire e far proseguire questo patrimonio unico e prezioso, creato nel 1894 .
Il “lievito madre”, che necessita di quotidiane cure e che ogni giorno deve essere "rinfrescato" per essere impiegato al meglio nell'impasto (di cui si occupa al momento un operaio con encomiabile spirito di responsabilità), potrebbe essere trasferito e custodito all’interno degli stabilimenti di Oderzo in attesa di capire cosa ne sarà di Melegatti dopo il fallimento. Maurizio Polo, amministratore unico di Bioenologia 2.0, si impegna quindi a preservare il cuore e l’emblema di un'impresa che ha saputo lavorare e investire sulla qualità e, qualora si rendesse necessario, a procedere alla mappatura del suo lievito madre.
Sentiamo le sue parole.