Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il nuovo nome sarà Assindustria Veneto Centro

TREVISO E PADOVA: NASCE LA SECONDA CONFIDUSTRIA D'ITALIA

Domani l'assemblea per il via definitivo alla fusione


TREVISO - Nascerà la seconda associazione degli industriali d’Italia per iscritti. Dopo un inter preparatorio di oltre un anno, domani Unindustria Treviso e Confindustria Padova si fonderanno per dar vita ad Assindustria Veneto Centro – Imprenditori Padova e Treviso – questo il nome completo. Con quasi 3.500 imprese associate, che danno lavoro a 160mila persone, la nuova organizzazione verrà subito dopo Assolombarda, tra le territoriali di Confindustria, in lizza con la consorella Emilia Centro (Bologna e Ferrara) e prima di Roma-Lazio.
A sancire l’unione, l’assemblea generale, in programma al Pala Expo Venice di Marghera: la prima parte, riservata ai soci, prevede, oltre all’approvazione dei bilanci, l’approvazione delle modifiche statutarie per costituire il nuovo soggetto. Se tutto andrà secondo i piani, ma il voto favorevole è pressoché scontato, la firma dell’atto costitutivo da parte dei due presidenti, la trevigiana Maria Cristina Piovesana, e il padovano Massimo Finco, alle 17.30, aprirà la seconda parte, pubblica, riunendo i soci delle due ormai ex realtà. Attesi, tra imprenditori ed ospiti almeno 3.200 partecipanti.
Il nuovo soggetto diventerà operativo a tutti gli effetti entro fine anno: i due attuali leader si alterneranno alla presidenza (con l’altro vicepresidente vicario) fino al 2020 quando verrà eletto il nuovo numero uno dell’associazione congiunta. Per la direzione generale, in pole position Giuseppe Milan, attualmente a capo della struttura della Marca.
L’obiettivo è garantire un maggiore peso rappresentativo. Nonostante qualche resistenza, il presidente degli industriali di Vicenza Luciano Vescovi ha ribadito di ritenere la fusione non interessante per la sua associazione, la nuova realtà guarda ad ulteriori aggregazioni. Non a caso il titolo dell’assemblea è “Costruire il nuovo triangolo industriale” a simboleggiare il nuovo asse imprenditoriale del paese tra Milano, l’area bolognese emiliana e, appunto il Veneto.