Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il reading del Premio Campiello ospite della Fondazione Benetton

"LA FATICA DI UN LAVORO": ROVEREDO PORTA LE STORIE DI MASTICA E SPUTA

Questa sera nella sede di Edizione srl, fronte Duomo di Treviso


TREVISO - Malattia, isolamento, solitudine, carcere, manicomio. Il mondo di Pino Roveredo in una raccolta di racconti lucidi, spietati, disarmanti. Mastica e Sputa è il titolo del libro, ispirato a un verso del grande Fabrizio De André. Un’esortazione ad accettare la realtà, farsene pioniere, e poi rigettala, per cercare qualcosa di meglio e continuare a sognare.
“Mastica e Sputa. La fatica di un lavoro” è il reading a due voci, con Pino
Roveredo, vincitore della 43 Edizione del Premio Campiello, e con l’attore
triestino Alessandro Mizzi, in programma questa sera alle ore 21 in Piazza delle Prigioni, dietro l’ex tribunale di Treviso (ora sede di Edizione srl), e organizzato dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche, in collaborazione con il Teatro del Pane.
Lo scrittore coglie i protagonisti di queste storie in momenti diversi delle loro vite e li ritrae, li ferma e li immobilizza in un istante per descriverceli, attentamente. Una donna che viene maltrattata dal marito, costretta a vivere le sue giornate nelle quattro mura di casa e sepolta nei suoi pensieri di disperazione, un ragazzo senza una lira, senza un lavoro, un posto nel mondo, che si sofferma davanti a una vetrina di dolci e li guarda senza sosta, come ipnotizzato da quello che non può avere. E poi una bimba che non ha più nessuno al mondo e osserva le pareti bianche e sporche dell’istituto per orfani in cui deve stare e si sente terribilmente sola. Qualcosa però spinge comunque questi personaggi alla vita, alla resistenza, alla speranza.
La speciale serata, che apre per la prima volta alla città la piazza delle Prigioni, sarà raccontata anche per immagini grazie alla collaborazione del Treviso Comic Book Festival. I fumettisti Paolo Antiga e Geremia Vinattieri seguiranno passo passo la narrazione dei racconti di Roveredo e tradurranno le loro emozioni in illustrazioni. Le opere realizzate potranno essere ammirate alla fine dell’evento.

Ingresso 8 euro.
Ridotto 5 euro riservato alle Cooperative sociali e alle Associazioni di solidarietà.