Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Con sè anche hashish, cocaina e 3.500 euro in contanti

MARKET DELLA DROGA VIAGGIANTE: 7 CHILI DI MARIJUANA NELL'AUTO

Due ventenni bloccati dalla Polizia sulla Treviso-Mare


TREVISO - Un vero supermarket ambulante della droga: nell’auto trasportavano oltre 7 chilogrammi di marijuana e 700 grammi di hashish, suddiviso in dodici panetti, più, in aggiunta, una cinquantina di grammi di cocaina. A gestirlo, tra le spiagge del litorale e la Marca, due ventenni. La Polizia di Treviso li ha arrestati sabato sera. Gli agenti della Squadra Mobile li tenevano d’occhio da tempo e, intorno alle 22.30, insieme ai colleghi delle Volanti, hanno deciso di far scattare il controllo lungo la strada Treviso - Mare, mentre i due ragazzi viaggiavano da Jesolo in direzione del capoluogo trevigiano.
Una volta aperto il bagagliaio, i poliziotti hanno trovato conferma dei loro sospetti, come spiega Claudio Di Paola, dirigente della Squadra Mobile della Questura di Treviso. Sotto uno dei tappetini della vettura i ragazzi nascondevano anche 3.510 euro in contanti, probabilmente la liquidità necessaria per acquistare ulteriore stupefacente. Una successiva perquisizione in casa di uno dei due ha consentito di trovare anche la cocaina e bilancini di precisione e un apparecchio per sigillare le bustine delle dosi.
In totale, la droga sequestrata ha un valore di mercato intorno ai 70mila euro.
Così sono scattate la manette ai polsi di Pietro Manente, classe 1998, di San Donà, ma residente a Jesolo e di Martino Pivato, trevigiano: quest’ultimo nonostante abbia un anno di meno del socio, è già al terzo arresto per reati legati allo spaccio.