Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Attivo in passato anche a Conegliano, la Polizia l'ha bloccato a Treviso

ARRESTATO IL BOSS DELLA RICETTAZIONE DI BICICLETTE RUBATE

Un 37enne ghanese aveva messo in piedi un lucroso business illegale


TREVISO - Era specializzato nella ricettazione di biciclette rubate, che rivendeva poi nel marcato clandestino. Un ghanese 37enne aveva così messo in piedi un lucroso giro d'affari illegale, ora spezzato dalla Polizia di Stato.
Gli agenti della Squadra Mobile tenevano d'occhio l'africano da qualche tempo, dopo aver registrato anche un lieve aumento di fuori di cicli nel capoluogo: martedì mattina, al termine delle indagini, l'hanno arrestato in centro a Treviso. A carico dell'uomo c'era anche un ordine di carcerazione della Procura di Treviso, in esecuzione di una condanna per analoghi reati, risalenti al 2012 e compiuti nella zona di Conegliano. Per il ghenese, dunque, si sono aperte le porte del carcere di Santa Bona.