Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Dal 2 al 5 agosto il festival internazionale under 35

EDERA FILM FESTIVAL: IL CINEMA ANCORA DA INVENTARE!

42 opere in concorso, 2 workshop e iniziative collaterali


TREVISO - "Il cinema? E’ ancora tutto da inventare!" Con questa certezza proiettata al futuro, Sandro Fantoni, gestore del Cinema Edera, e l’associazione culturale Orizzonti danno il via a un nuovo festival, dedicato a giovani registi under 35.
Dal 2 al 5 agosto la storica sala d’essai di Treviso lancia l’Edera Film Festival.
Tantissime le opere che si sono candidate per questa prima edizione: ben 1315.
E non stupisce, se si pensa che il Cinema Edera, oltre ad avere un affezionatissimo pubblico da tutta la provincia, e oltre, è una sala rinomata a livello nazionale dagli addetti ai lavori. Fondato nel 1960 e rilevato da Sandro Fantoni nel 1972 (sua moglie Lilli vi ha lavorato come dipendente dagli inizi), il Cinema Edera è sopravvissuto a molte crisi del settore, grazie a una programmazione sempre attenta, capace di intercettare le opere di giovani registi di talento e raccogliendo anche la cultura cinematografica del passato con i grandi capolavori del “Cinema ritrovato”.

Ora la missione di “alfabetizzare il pubblico, aiutarli a vedere i film e comprenderli”, come ha spiegato Sandro Fantoni in conferenza stampa,  continua con una nuova rassegna dedicata alle produzioni dei futuri registi.
6 lungometraggi, 12 documentari e 24 cortometraggi. Sono 42 le pellicole in concorso per questa prima edizione, più 5 fuori gara.

Fuori concorso, la proiezione in anteprima italiana del film “Most Beautiful island” di Ana Asensio e la presentazione di alcuni lavori legati al territorio trevigiano: “Una storia di vetro” di Nicola Moretto e Alberto Pivato, dedicato alla famiglia Varisco che da 500 anni porta avanti la tradizione dell'incisione del vetro; “Aida”, diretto da Mattia Temponi e prodotto da Cinefonie, Offi-Cine Veneto e Ouvert; “Parole in-superabili”, corto sul tema della disabilità, nato da un’idea della Fondazione Oltre il Labirinto, per la regia di Giacomo Ravenna.
A completare il programma, quale evento speciale del festival, il documentario “Haiku on a plum tree” della regista Mujah Maraini-Melehi, viaggio nella storia della famiglia Maraini.

Ma l’Edera Film Festival è anche formazione: due i workshop a ingresso libero incentrati sul tema di viaggio e sulle potenzialità narrative del cinema: “Un film è sempre l’inizio di un viaggio”, dedicato al cinema come strumento di valore in un piano di marketing territoriale è previsto per venerdì 3 agosto presso la Sala Verde di Palazzo Rinaldi (a cura di Offi-Cine Veneto), e “Racconti di viaggio”, dedicato al reportage e alla narrazione creativa di viaggio è in programma sabato 4 agosto presso l’Auditorium Luigi Stefanini (a cura di FuoriRotta, del regista RAI Domenico Gambardella e di Sergio Manfio, direttore creativo del Gruppo Alcuni).

Ai nostri microfoni Sandro Fantoni, gestore del Cinema Edera di Treviso, Gloria Aura Bortolini, presidente dell’associazione culturale Orizzonti e codirettrice artistica del festival, Cristina Magoga, fondatrice di Offi-Cine Veneto e l’assessore alla Cultura di Treviso, Lavinia Colonna Preti.

Giurie di esperti e addetti ai lavori assegneranno i premi per ciascuna delle categorie in cui è articolato il festival: lungometraggi, documentari e cortometraggi. Ai vincitori sarà consegnata una scultura realizzata dall’artista trevigiana Patrizia Polese.
La giuria dei lungometraggi è formata da: Nicola De Cilia, critico letterario; Simona Lisi, direttrice artistica festival Cinematica; Helene Olivi Borghese, attrice.
A valutare i documentari saranno: Chiara Andrich, documentarista e direttrice artistica festival Sole Luna; Filippo Baracchi, media expert; Domenico Gambardella, regista RAI.
Compongono, infine, la giuria della sezione cortometraggi: Luca Dal Molin, curatore Biennale del Cortometraggio di Vicenza; Valerio Monti, compositore; Stefano Pesce, attore.

Accanto ai premi ufficiali, un Premio del pubblico verrà assegnato all’opera giudicata più meritevole per ciascuna delle tre sezioni in concorso, in collaborazione con le associazioni culturali Cineforum Labirinto, FEMS du Cinéma e Oblique, i giovani viaggiatori e narratori di viaggio non convenzionale
di FuoriRotta e Crossfade, studio specializzato nella produzione di composizioni musicali e sound design. Quest’ultimo, in particolare, offrirà al vincitore della sezione lungometraggi la realizzazione gratuita di una colonna sonora per il futuro progetto cinematografico.

Nell'ambito del festival è stato istituto, inoltre, il Premio speciale "Donne Si Fa Storia", che verrà conferito ad una delle registe dei film in concorso. La vincitrice sarà annunciata nella giornata di chiusura dell'Edera Film Festival e premiata nel corso della 75^ Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, nello Spazio Regione del Veneto. Componenti della giuria per l’attribuzione di questo premio al femminile saranno Mujah Maraini-Melehi, regista, produttrice e sceneggiatrice, e le promotrici dell’omonimo progetto “Donne Si Fa Storia”, Cristina Greggio ed Emanuela Zilio.


Galleria fotograficaGalleria fotografica