Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'industriale scomparso sabato durante un'immersione

RITROVATO IL CORPO SENZA VITA DI LUCIANO MIOTTO

Recuperato al largo di Cortellazzo dopo 4 giorni


JESOLO - Le ultime speranze sono svanite nel primo pomeriggio di oggi: il corpo di Luciano Miotto è stato ritrovato al largo di Cortellazzo, a circa tre miglia dalla costa e alla profondità di circa 20 metri.
Il ritrovamento è avvenuto alle 15 circa da parte dell’equipaggio di una delle imbarcazioni della Guardia Costiera di Jesolo (impiegato fin dalla mattina nelle operazioni di ricerca di superficie del disperso insieme ad altre unità del Comando di Venezia e della Guardia di Finanza) che avendo notato delle anomale bolle sulla superficie marina ha inizialmente monitorato il tratto di fondale con l’ecoscandaglio in dotazione individuando un possibile bersaglio.
Il successivo intervento dei Vigili del Fuoco con apparecchiatura specifica per l’ispezione e la scansione del fondale marino e con il personale del nucleo sommozzatori ha confermato l’individuazione del corpo, recuperato e trasportato poi al Comando dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Jesolo a disposizione dell’autorità giudiziaria per gli accertamenti per stabilire le cause del decesso.
L'imprenditore trevigiano, titolare della Imesa di Cessalto, azienda specializzata nella produzione di impianti per lavanderie industriali, era disperso in mare da sabato pomeriggio. Ingegnere, 59 anni, sposato, una figlia, era stato vicepresindente di Unindustria Treviso e di Confindustria Veneto, nonchè numero due nazionale di Federmeccanica.
Sabato intorno alla 16.20 stava compiendo delle immersioni, insieme ad un amico a circa 3 miglia dalla foce del Piave. Poco dopo essersi tuffato, forse avvertendo un malore, ha tentato di risalire sulla barca appoggio, dove si trovava la consorte, ma è ricaduto in acqua ed è stato visto andare alla deriva.
Le possibilità di ritrovarlo ancora vivo, magari aggrappato ad una boa, sono via via diventate sempre più esigue con il passare delle ore. Guardia Costiera, Vigili del fuoco per quattro giorni hanno battuto l'intera area del litorale dal Cavallino, a Jesolo fino ad Eraclea, utilizzando anche uno speciale sonar per scandagliare il fondale. Alla fine è arrivato la tragica conferma.
Lunedì sera il consiglio generale di Assindustria Venetocentro, la neonata associazione degli industriali di Treviso e Padova, in apertura della sua prima riunione dopo l'unificazione ha osservato un minuto di silenzio per ricordare il collega e in segno di rispetto ha annullato la cena prevista alla fine dell'incontro.