Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/271: MATTHEW JORDAN ALL'ULTIMO COLPO NELL'ITALIAN CHALLENGE

L'inglese si impone al playoff sull'azzurro Scalise


MONTEROSI (VT) - Usciamo per un po’ dagli schemi del PGA, e dell’European Tour, per vedere come vanno le cose con l’Italian Challenge. Il Challenge Tour è il tour di golf professionale maschile europeo di secondo livello. È gestito dal PGA European Tour e, come per...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/270: IL GOLF ABBRACCIA LA SOLIDARIETA’

A Ca' della Nave l'undicesimo Trofeo Par 108


MARTELLAGO - Non finisce di stupire il Par 108. È nato bene, ed è un continuo crescendo: per l’affiatamento dei soci, e la buona organizzazione. Domenica il loro Comitato ha programmato una Louisiana a quattro giocatori, 18 buche stableford sul percorso del Club di Ca della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/269: SETTE AZZURRI IN GARA IN GERMANIA PER L'EUROTOUR

Con una spettacolare rimonta Andrea Pavan vince il Bmw International


MONACO DI BAVIERA (GER) - Edoardo Molinari, Guido Migliozzi, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli, Andrea Pavan, Filippo Bergamaschi e Renato Paratore reduce quest’ultimo dall’US Open, sua prima esperienza in un major, scendono in campo al Golf Club München Eichenried di Monaco di Baviera,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'industriale scomparso sabato durante un'immersione

RITROVATO IL CORPO SENZA VITA DI LUCIANO MIOTTO

Recuperato al largo di Cortellazzo dopo 4 giorni


JESOLO - Le ultime speranze sono svanite nel primo pomeriggio di oggi: il corpo di Luciano Miotto è stato ritrovato al largo di Cortellazzo, a circa tre miglia dalla costa e alla profondità di circa 20 metri.
Il ritrovamento è avvenuto alle 15 circa da parte dell’equipaggio di una delle imbarcazioni della Guardia Costiera di Jesolo (impiegato fin dalla mattina nelle operazioni di ricerca di superficie del disperso insieme ad altre unità del Comando di Venezia e della Guardia di Finanza) che avendo notato delle anomale bolle sulla superficie marina ha inizialmente monitorato il tratto di fondale con l’ecoscandaglio in dotazione individuando un possibile bersaglio.
Il successivo intervento dei Vigili del Fuoco con apparecchiatura specifica per l’ispezione e la scansione del fondale marino e con il personale del nucleo sommozzatori ha confermato l’individuazione del corpo, recuperato e trasportato poi al Comando dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Jesolo a disposizione dell’autorità giudiziaria per gli accertamenti per stabilire le cause del decesso.
L'imprenditore trevigiano, titolare della Imesa di Cessalto, azienda specializzata nella produzione di impianti per lavanderie industriali, era disperso in mare da sabato pomeriggio. Ingegnere, 59 anni, sposato, una figlia, era stato vicepresindente di Unindustria Treviso e di Confindustria Veneto, nonchè numero due nazionale di Federmeccanica.
Sabato intorno alla 16.20 stava compiendo delle immersioni, insieme ad un amico a circa 3 miglia dalla foce del Piave. Poco dopo essersi tuffato, forse avvertendo un malore, ha tentato di risalire sulla barca appoggio, dove si trovava la consorte, ma è ricaduto in acqua ed è stato visto andare alla deriva.
Le possibilità di ritrovarlo ancora vivo, magari aggrappato ad una boa, sono via via diventate sempre più esigue con il passare delle ore. Guardia Costiera, Vigili del fuoco per quattro giorni hanno battuto l'intera area del litorale dal Cavallino, a Jesolo fino ad Eraclea, utilizzando anche uno speciale sonar per scandagliare il fondale. Alla fine è arrivato la tragica conferma.
Lunedì sera il consiglio generale di Assindustria Venetocentro, la neonata associazione degli industriali di Treviso e Padova, in apertura della sua prima riunione dopo l'unificazione ha osservato un minuto di silenzio per ricordare il collega e in segno di rispetto ha annullato la cena prevista alla fine dell'incontro.