Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/235: ALLA MONTECCHIA LA COPPA DEL MONDO DI TURKISH AIRLINES

Fa tappa in Veneto il campionato amatoriale sostenuto dalla compagnia aerea


SELVAZZANO DENTRO - Con una certa curiosità ho aderito all’invito propostomi dalla compagnia aerea, di partecipare al Turkish Airlines World Golf Cup 2018, inviatomi per tramite dell’Ufficio Stampa italiano della stessa; bello, han fatto le cose molto bene, degne del Club che li...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/234: MOLINARI DECISIVO NELLA RYDER CUP

L'azzurro trascina l'Europa alla vittoria sugli Usa


PARIGI - La tanto attesa storica sfida che ogni due anni mette in competizione gli Stati Uniti d’America e il Vecchio Continente, l’unica competizione in cui l’Europa ha una propria “Nazionale”, gioca sotto un’unica bandiera. I previsti 270mila spettatori, hanno...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/233: FEDEX CUP, IL RITORNO ALLA VITTORIA DI WOODS

Tiger trionfa ad Atlanta, classifica finale a Justin Rose


TREVISO - Istituita nel 2007, la FedEx Cup è un insieme di quattro tornei settimanali del PGA Tour; è una corposa manifestazione di Golf, con il merito di aver introdotto, per prima, il sistema playoff nel golf professionistico. Le gare infatti, quattro, che sono anche la conclusione...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Agevolano i controlli dei passeggeri in partenza

TECNOLOGIA ALL'AEROPORTO DI TREVISO, ECCO I NUOVI E-GATE

In funzione i varchi con riconoscimento facciale


TREVISO - Si chiamano E-gate e sono in funzione da qualche giorno anche all’aeroporto di Treviso.
Sono i nuovi varchi automatizzati per il controllo dei documenti per chi si deve imbarcare su un volo. Il passaporto viene posizionato su un lettore, effettuata la verifica il sistema apre una prima barriera, un secondo apparecchio scatta una foto del volto del viaggiatore e controlla la corrispondenza con l’immagine del documento. Se tutto combacia e non emergono segnalazioni a carico del soggetto, si apre anche il secondo porta e l’interessato può andare ad prendere l’aereo. In caso contrario intervengono gli agenti.
Gli operatori, infatti, sono comunque presenti, ma il sistema automatizzato – spiegano dalla Polizia di frontiera di Canova – consente di velocizzare il flusso di passeggeri. Un aiuto non da poco, specialmente in questi mesi estivi: basti pensare che a giugno lo scalo della Marca ha registrato un transito di 9.480 persone al giorno.
I gate elettronici, installati da Aetre, la società di gestione dell’aeroporto, al momento sono tre e possono essere utilizzati dai passeggeri con passaporto dell’Unione europea (non valgono per altri documenti di riconoscimento) e diretti in un paese extra Schengen. Una fetta di traffico non trascurabile, comunque, considerando che nell’area di libera circolazione non rientra la Gran Bretagna, oltre ai paesi dell’Europa Orientale e del Nordafrica.
Al di là del supporto delle nuove tecnologie e della collaborazione con le altre forze dell’ordine e gli altri enti attivi nello scalo, in questo periodo i 47 addetti della Polizia di frontiera hanno rafforzato i controlli per garantire la sicurezza e la prevenzione dell’immigrazione illegale. Il bilancio degli ultimi quattro mesi, stilato dalla dirigente Stefania Niro, vede 15 persone sorprese con documenti contraffatti e una cinquantina di respingimenti.