Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/265: KOEPKA FA SUO IL SECONDO MAJOR DI STAGIONE

Disputato per la prima volta a maggio, il Championship regala spettacolo


FARMINGDALE (USA) - Il secondo major, il Championship, giunto alla 101ª edizione, ha luogo per la prima volta a Farmingdale, nel Long Island, stato di New York, sul difficile percorso del Bethpage Black Course (par 70), che sarà sede della Ryder Cup 2024. È la prima volta che si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I parenti, non vedendolo, avevano dato l'allarme

VA A FUNGHI, TREVIGIANO DISPERSO SUI MONTI DELLA CARNIA

Ritrovato dal Soccorso alpino: si era fermato per il buio


FORNI AVOLTRI - Non vedendolo rientrare quando ormai era sera avanzata, i parenti si sono preoccupati e hanno dato l’allarme. Un 49enne di Fonte di Asolo, in provincia di Treviso, era uscito per un’escursione in Val Pesarina, in Carnia, località di cui peraltro è originario, e non aveva più dato sue notizie.
Le ricerche sono scattate intorno alle 23 di venerdì, impegnando gli uomini del Soccorso alpino di Forni Avoltri e della Guardia di Finanza di Tolmezzo.
La sua auto è stata presto individuata, sulla base delle informazioni fornite dai familiari, lungo la strada della valle nei pressi della chiesetta Culzei da dove nasce una traccia di sentiero non segnato che raggiunge il Rifugio De Gasperi. Fondamentale la collaborazione del gestore del rifugio e di alcuni scout accampati a Passo Siera: il primo lo aveva visto a pranzo e i secondi a buio fatto mentre rientrava a valle. Grazie a queste segnalazioni è stato possibile restringere l’area di ricerca: il trevigiano è stato infine nei pressi di alcuni stavoli a quota 1.200 di altitudine in località Cueste dal Mus. L’uomo si era attardato per cercare funghi ed era stato colto dal buio, scaricando il cellulare e non potendo più avvisare i parenti a casa: non disponendo di una torcia frontale aveva deciso di fermarsi e attendere il giorno. L’intervento, a cui hanno preso parte dieci soccorritori, si è concluso alle tre e mezza del mattino riconducendo l’uomo sano e salvo alla sua auto.