Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le vittime sono due veneziani di 69 anni

SCONTRO TRA BARCHE IN LAGUNA, DUE MORTI E 4 FERITI

Barchino di pescatori investito da un motoscafo


VENEZIA - Due barche si sono scontrate ieri notte, nella Laguna di Venezia: due morti e quattro feriti il tragico bilancio dell’incidente. Le vittime sono Renzo Rossi e Natalino Gavagnin, veneziani, entrambi di 69 anni. Secondo una prima ricostruzione, intorno alle 23.30, il barchino su cui i due stavano pescando, fermo nel canale di San Nicolò di Lido, di fronte al forte Sant’Andrea, sarebbe stato investito da un motoscafo. A bordo di quest’ultimo, c’erano quattro giovani, due ragazzi e due ragazzi, tutti tra i 20 e i 25 anni, pure loro di Venezia. L’impatto è stato violentissimo. Scattato l’allarme, sul posto in pochi minuti sono giunti i Vigili del fuoco, il Suem e le unità della Capitaneria di Porto. Uno dei due pescatori, Rossi, è stato recuperato subito e trasportato in gravissime condizioni all’ospedale San Giovanni e Paolo, dove però è giunto ormai privo di vita.
Il corpo del secondo, a sua volta morto, è stato ritrovato solo quasi due ore dopo, all’1.25, davanti alla darsena di Sant’Elena, vicino al collegio navale Morosini.
I quattro occupanti della barca investitrice sono stati portati al Pronto soccorso con lievi feriti e dimessi dopo poco. Sottoposti all’alcoltest, sono risultati negativi, ma il loro motoscafo, secondo le prime risultanze, viaggiava ad alta velocità e con le luci spente. Così come anche l’altro natante non avrebbe avuto le luci accese. Le imbarcazioni sono state poste sotto sequestro e toccherà ora alle indagini, coordinate dal sostituto procuratore Giovanni Zorzi chiarire la dinamica dell’accaduto e accertare le responsabilità.