Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le vittime sono due veneziani di 69 anni

SCONTRO TRA BARCHE IN LAGUNA, DUE MORTI E 4 FERITI

Barchino di pescatori investito da un motoscafo


VENEZIA - Due barche si sono scontrate ieri notte, nella Laguna di Venezia: due morti e quattro feriti il tragico bilancio dell’incidente. Le vittime sono Renzo Rossi e Natalino Gavagnin, veneziani, entrambi di 69 anni. Secondo una prima ricostruzione, intorno alle 23.30, il barchino su cui i due stavano pescando, fermo nel canale di San Nicolò di Lido, di fronte al forte Sant’Andrea, sarebbe stato investito da un motoscafo. A bordo di quest’ultimo, c’erano quattro giovani, due ragazzi e due ragazzi, tutti tra i 20 e i 25 anni, pure loro di Venezia. L’impatto è stato violentissimo. Scattato l’allarme, sul posto in pochi minuti sono giunti i Vigili del fuoco, il Suem e le unità della Capitaneria di Porto. Uno dei due pescatori, Rossi, è stato recuperato subito e trasportato in gravissime condizioni all’ospedale San Giovanni e Paolo, dove però è giunto ormai privo di vita.
Il corpo del secondo, a sua volta morto, è stato ritrovato solo quasi due ore dopo, all’1.25, davanti alla darsena di Sant’Elena, vicino al collegio navale Morosini.
I quattro occupanti della barca investitrice sono stati portati al Pronto soccorso con lievi feriti e dimessi dopo poco. Sottoposti all’alcoltest, sono risultati negativi, ma il loro motoscafo, secondo le prime risultanze, viaggiava ad alta velocità e con le luci spente. Così come anche l’altro natante non avrebbe avuto le luci accese. Le imbarcazioni sono state poste sotto sequestro e toccherà ora alle indagini, coordinate dal sostituto procuratore Giovanni Zorzi chiarire la dinamica dell’accaduto e accertare le responsabilità.