Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/322: EUROTOUR E CHALLENGE RIPARTONO DALL'AUSTRIA

È dello scozzese Marc Warren il primo successo dopo il lockdown


VIENNA - Ripartono simultaneamente dall’Austria, European Tour e Challenge Tour, con due tornei organizzati in sintonia: l’Austrian Open, la cui prima edizione si è svolta nel 1990, ha luogo sul tracciato del Diamond Country Club di Atzenbrugg, nei pressi di Vienna, e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per la sezione corti vince "Nightshade", tra i documentari “The Lives of Mecca”

EDERA FILM FESTIVAL: LA EDUCATION DEL REY CONQUISTA LA GIURIA

A "Estiu 1993" il Premio Speciale "Donne si fa Storia"


TREVISO - Boom di pubblico, specialmente nelle giornate di sabato e domenica, e trionfo del talento internazionale classe under 35 i minimi comuni denominatori di questa prima edizione di Edera Film Festival. Un viaggio intenso e polifonico nella produzione cinematografica giovane e indipendente, che dal 2 al 5 agosto ha trasformato la città in una piattaforma di sinergie fra attori del territorio locale e protagonisti della scena creativa internazionale.

Domenica la giuria ha proclamato le opere vincitrici delle tre sezioni ufficiali del concorso: il Premio per il Miglior Lungometraggio è andato al film “La Educación del Rey” dell’argentino Santiago Esteves; “Nightshade”, dell’olandese i Shady El-Hamus, ha conquistato il Premio per la sezione Cortometraggi, per i documentari premiato “The Lives of Mecca” dello svizzero Stefano Etter.

Accanto, le giurie ufficiali del festival hanno voluto attribuire una menzione speciale ai cortometraggi “Uomo in mare” di Emanuele Palamara e “Stakhanov” di Alex Scarpa per l’originalità, la sensibilità e la delicatezza degli sguardi su questioni intime e collettive che contraddistinguono la contemporaneità. Menzione speciale anche ai documentari, “Adaptation” di dell’armeno Manne e a “Iku Manieva” del messicano Isaac Ruiz Gastélum.

A “Estiu 1993” della spagnola Carla Simón, la giuria del Premio Speciale Donne Si Fa Storia, composta da Mujah Maraini-Melehi, Cristina Greggio ed Emanuela Zilio, ha deciso unanimamente di attribuire alla giovane regista catalana questo premio al femminile, riservandone la consegna in un

apposito evento organizzato nel corso della 75^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, nello Spazio Regione del Veneto, domenica 2 settembre 2018, alle ore 15.00.

Per i vincitori premiati dalle tre giurie ufficiali è stata creata dall’artista trevigiana Patrizia Polese, in collaborazione con Antolini, un’opera d’arte testimone della volontà del festival di valorizzare a tutto tondo il potenziale artistico del territorio.