Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

30enne di Trevignano non potrà entrare alle partite per un anno

ASSALTO AI TIFOSI AVVERSARI, DASPO ALL'ULTRAS DEL BASKET

Voleva prendere a cinghiate i supporter di Trieste


TREVISO - Non solo calcio, il daspo ora colpisce anche gli ultras del basket. Nei giorni scorsi il Questore di Treviso, Maurizio Dalle Mura, ha emesso il provvedimento di divieto di accesso alle manifestazioni sportive nei confronti di un tifoso trentenne della De Longhi Treviso Basket. Il giovane, residente a Trevignano, non potrà dunque assistere alle partite della squadra per un anno.
Lo scorso primo giugno, al termine di gara 3 della semifinale play-off tra la De Longhi Treviso e l’Alma Trieste, al Palaverde di Villorba, il sedicente tifoso, a petto nudo e brandendo la cintura dei pantaloni e urlando minacce, aveva tentato più volte di forzare il cordone di sicurezza formato dal personale in servizio di ordine pubblico, per scontrarsi con gli ultras triestini.
Tutto immortalato dalle telecamere interne del Palaverde: il sistema di videosorveglianza del palasport, infatti, è stato di recente rimodernato proprio su input della Questura. E proprio le immagini sono state alla base dell’attività di indagine della Digos trevigiana, permettendo alla Divisione Anticrimine della Questura di Treviso di ricostruire compiutamente i fatti, ed attribuire precise responsabilità in capo all’esagitato supporter.