Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conegliano, ignora i divieti, litigando con gli operai

SEMINA IL PANICO NEL CANTIERE SULLA PONTEBBANA, ARRESTATO 45ENNE

Bloccato dalla Polizia: era ubriaco ed evaso dai domiciliari


CONEGLIANO - Era entrato con la sua auto nel cantiere per il rifacimento dell’asfalto della Pontebbana a Conegliano e, quando gli operai, gli hanno detto di fermarsi, è andato su tutte le furie.
Un 45enne di Santa Lucia di Piave, di professione autotrasportatore, è stato arrestato dalla Polizia. L’uomo lunedì pomeriggio ha ignorato i divieti di accesso, rischiando di travolgere gli addetti e, ai richiami di questi ultimi, è scoppiata una lite. Ad avvertire il 113 che la discussione stava sempre più degenerando, gli avventori di un vicino bar.
Gli agenti del commissariato coneglianese, giunti sul posto in pochi minuti, dopo aver riportato la calma tra i presenti, hanno sottoposto ad accertamenti l’automobilista, nonostante costui avesse cercato in tutti i modi di opporsi, sia a parole sia fisicamente. La sua posizione si è immediatamente complicata: innanzitutto è risultato che il soggetto, con svariati precedenti a carico per reati riguardanti il codice della strada, era evaso dagli arresti domiciliari dove stava scontando una condanna fino al 2019. Non solo, l’uomo era anche in evidente stato di ubriachezza. A questo punto, i poliziotti hanno arrestato il 45enne per evasione, resistenza a pubblico ufficiale, violenza e minaccia, guida in stato di ebbrezza alcolica e rifiuto di sottoporsi all’accertamento: il giudice, nell’udienza per direttissima, ha confermato l’arresto nel carcere di Treviso.