Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conegliano, ignora i divieti, litigando con gli operai

SEMINA IL PANICO NEL CANTIERE SULLA PONTEBBANA, ARRESTATO 45ENNE

Bloccato dalla Polizia: era ubriaco ed evaso dai domiciliari


CONEGLIANO - Era entrato con la sua auto nel cantiere per il rifacimento dell’asfalto della Pontebbana a Conegliano e, quando gli operai, gli hanno detto di fermarsi, è andato su tutte le furie.
Un 45enne di Santa Lucia di Piave, di professione autotrasportatore, è stato arrestato dalla Polizia. L’uomo lunedì pomeriggio ha ignorato i divieti di accesso, rischiando di travolgere gli addetti e, ai richiami di questi ultimi, è scoppiata una lite. Ad avvertire il 113 che la discussione stava sempre più degenerando, gli avventori di un vicino bar.
Gli agenti del commissariato coneglianese, giunti sul posto in pochi minuti, dopo aver riportato la calma tra i presenti, hanno sottoposto ad accertamenti l’automobilista, nonostante costui avesse cercato in tutti i modi di opporsi, sia a parole sia fisicamente. La sua posizione si è immediatamente complicata: innanzitutto è risultato che il soggetto, con svariati precedenti a carico per reati riguardanti il codice della strada, era evaso dagli arresti domiciliari dove stava scontando una condanna fino al 2019. Non solo, l’uomo era anche in evidente stato di ubriachezza. A questo punto, i poliziotti hanno arrestato il 45enne per evasione, resistenza a pubblico ufficiale, violenza e minaccia, guida in stato di ebbrezza alcolica e rifiuto di sottoporsi all’accertamento: il giudice, nell’udienza per direttissima, ha confermato l’arresto nel carcere di Treviso.