Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cento anni fa il primo lancio con il paracadute in zona di guerra

LAPIDE, SPETTACOLO E CONCERTO IN ONORE DI ALESSANDRO TANDURA

Vittorio Veneto ricorda l'eroe e i familiari che l'aiutarono


VITTORIO VENETO - A cento anni esatti dall'impresa che gli è valsa la medaglia d'oro al valor militare, Vittorio Veneto celebra Alessandro Tandura. Una lapide, un concerto e uno spettacolo teatrale commemoreranno l’alpino vittoriese, protagonista del primo lancio con il paracadute in zona di guerra della storia, nella Grande guerra.
Alessandro Tandura fu paracadutato in territorio nemico, nel vittoriese allora occupato dagli austroungarici dopo la disfatta di Caporetto, gettandosi da un’altezza di 1.600 piedi nella notte fra l’8 e il 9 agosto 1918. Scopo della missione era quello di raccogliere informazioni. Tandura divenne così uno dei cinque decorati con medaglia d’oro che durante la prima guerra mondiale si infiltrarono oltre le linee, in zone occupate dalle truppe austro-ungariche, per passare notizie ai comandi italiani.

LA LAPIDE
La lastra, collocata sulla parete del Municipio in Piazza del Popolo, verrà scoperta nel corso di una cerimonia mercoledì 8 agosto, alle 20. Originariamente posizionata all’interno della Caserma “Tandura”, è stata a lungo conservata nel Sacrario delle Bandiere, nella chiesa di San Giuseppe, ed ora - dopo un accurato restauro – trova la sua definitiva collocazione.

LO SPETTACOLO
Una pièce celebra la storia d'amore ed eroismo vissuta da Tandura, e dalla moglie Maddalena Petterle, a sua volta Medaglia d’Argento al Valor Militare. Andrà in scena giovedì 9 agosto alle 20.30 all’Auditorium Prealpi di Tarzo lo spettacolo teatrale “Vinze ‘a Guera e te spose”, una commedia in dialetto vittoriese di Alessandro Valenti con l’Allegra Compagnia dell’Università, diretta da Guerrino Baggio. La serata, nell’ambito delle iniziative per celebrare il Centenario, è organizzata dalla sezione di Vittorio Veneto dell’Associazione Nazionale Alpini, collaborazione con l’Università per la formazione continua di Vittorio Veneto, Banca Prealpi, la Consulta delle Associazioni d'Arma, l'Associazione Nazionale Paracadutisti, le Sentinelle del Lagazuoi e dall’Associazione di Mutuo Soccorso Noi x Noi.  La serata terminerà con un rinfresco alpino offerto a tutti i presenti. L’ingresso è libero.

IL CONCERTO
Anche la grande musica celebra il coraggio di Alessandro Tandura e delle donne che l'aiutarono, in modo fondamentale, nella sua missione: la sorella Emma e la fidanzata, poi, divenuta sua moglie, Maddalena Petterle, entrambe medaglia d'argento al valor militare. Ma anche del capitano inglese William Wedgwood Benn e del collega canadese, il maggiore William Baker, piloti dell'areo da cui l'ufficiale italiano si lanciò. Nell'ambito del progetto culturale "La cultura per non dimenticare, per la pace", il Solisti di Radio Veneto Uno, diretti da Giorgio Sini, si esibiranno in un concerto, sabato 11 agosto alle 20.45, in piazza Minuccio Municci (in caso di maltempo all'adiacente Teatro Da Ponte). Sul palco i solisti Emanuele Bastanzetti, Giada Fiorin, Matteo Valerio, Francesco Zanchetta, Valerio Panzolato