Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il suo furgone è uscito di strada a Povegliano

UN INFARTO NON LE LASCIA SCAMPO MENTRE È ALLA GUIDA

Rosanna Fava, 53 anni, tornava dal rosario


POVEGLIANO - Il suo furgoncino è finito contro un palo, ma a stroncare Rosanna Fava è stato un infarto. La donna, 53 anni, titolare di una lavanderia nella zona industriale di Giavera del Montello, martedì pomeriggio si era recata a Povegliano, per partecipare al rosario per un parente, morto nei giorni scorsi. Quando si è rimessa in macchina per tornare a casa, poco dopo si è a sua volta sentita male. Il furgoncino di cui era alla guida è finito fuori strada in via Levada, ma, stando ai primi accertamenti effettuati dalla Polizia stradale di Vittorio Veneto e dal Suem 118, l’incidente è la conseguenza, non la causa del malore della signora. Il mezzo procedeva lentamente, aveva appena superato un dosso rallentatore piuttosto alto e, di fatto, si è quasi appoggiato al palo a bordo carreggiata, tanto che non sono nemmeno scoppiati gli airbag. La conducente aveva le cinture allacciate, forse lei stessa, sentendosi mancare, aveva tentato di accostare, senza averne però il tempo. L’allarme, lanciato dai residenti della zona, è scattato poco dopo le 20: quando nel giro di pochi minuti sono arrivati i soccorsi, per la 53enne non c’era più nulla da fare. Rosanna Fava lascia il marito Tedi Zanatta e due figli. I vigili del fuoco hanno lavorato fin oltre le 21 per estrarre la vittima  dall'abitacolo e per mettere in sicurezza l'area.