Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il suo furgone è uscito di strada a Povegliano

UN INFARTO NON LE LASCIA SCAMPO MENTRE È ALLA GUIDA

Rosanna Fava, 53 anni, tornava dal rosario


POVEGLIANO - Il suo furgoncino è finito contro un palo, ma a stroncare Rosanna Fava è stato un infarto. La donna, 53 anni, titolare di una lavanderia nella zona industriale di Giavera del Montello, martedì pomeriggio si era recata a Povegliano, per partecipare al rosario per un parente, morto nei giorni scorsi. Quando si è rimessa in macchina per tornare a casa, poco dopo si è a sua volta sentita male. Il furgoncino di cui era alla guida è finito fuori strada in via Levada, ma, stando ai primi accertamenti effettuati dalla Polizia stradale di Vittorio Veneto e dal Suem 118, l’incidente è la conseguenza, non la causa del malore della signora. Il mezzo procedeva lentamente, aveva appena superato un dosso rallentatore piuttosto alto e, di fatto, si è quasi appoggiato al palo a bordo carreggiata, tanto che non sono nemmeno scoppiati gli airbag. La conducente aveva le cinture allacciate, forse lei stessa, sentendosi mancare, aveva tentato di accostare, senza averne però il tempo. L’allarme, lanciato dai residenti della zona, è scattato poco dopo le 20: quando nel giro di pochi minuti sono arrivati i soccorsi, per la 53enne non c’era più nulla da fare. Rosanna Fava lascia il marito Tedi Zanatta e due figli. I vigili del fuoco hanno lavorato fin oltre le 21 per estrarre la vittima  dall'abitacolo e per mettere in sicurezza l'area.