Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/268: L'U. S. OPEN METTE IN PALIO LA LEADERSHIP MONDIALE

Trionfa Gary Woodland, a Molinari non riesce la rimonta


PEBBLE BEACH (USA) - È il terzo major stagionale americano, ha luogo a Pebble Beach Golf Links in California, una delle maggiori sedi di Golf nel mondo. Sono due gli azzurri a disputare questo importante torneo. Francesco Molinari è affiancato da Renato Paratore, il giovane romano che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ma Pozza (Cciaa) avverte: "Rischio frenata a causa dei dazi"

IL MANIFATTURIERO DELLA MARCA TORNA A CORRERE

A giugno la produzione cresce più della media veneta


TREVISO - In provincia di Treviso, nel secondo trimestre 2018, la produzione manifatturiera ritorna ad accelerare al +5,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con una performance superiore al più 4% della media regionale, e senza particolari differenze tra aziende sopra o sotto i 50 addetti.
Quanto al fatturato, appare più che lusinghiero l’aumento del 6,4%, sostenuta dalle vendite all’estero. Situazione alimentata anche da una buona raccolta ordini, tanto dai mercati esteri (più 8,5% su base tendenziale), quanto dal mercato interno (più 5,8%, sempre su base tendenziale).
Si accorcia lievemente anche l’orizzonte di produzione assicurato dal portafogli ordini: passa da 51 a 47 giorni (dal I al II trimestre 2018), ma accade fisiologicamente nel periodo in esame, a ridosso della pausa estiva. Un anno fa la “lunghezza media” del portafoglio ordini era di 43 giorni assicurati di produzione.
Il presidente della Camera di commercio di Treviso e Belluno, Mario Pozza, però, non nasconde qualche preoccupazione per le ripercussioni delle guerre dei dazi tra Usa e Cina. “Sarà da vedere in autunno la tenuta del ciclo congiunturale – conferma -. E’ abbastanza realistico immaginare quanto meno un rallentamento della crescita: in questa direzione gli indicatori anticipatori su base nazionale già a luglio evidenziano una diminuzione degli acquisti, soprattutto per le industrie che lavorano sui beni intermedi”.