Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dieci contratti per disoccupati e persone svantaggiate

QUATTRO COMUNI UNITI PER IL LAVORO SOCIALMENTE UTILE

A Ponte di Piave, Salgareda, Cimadolmo e S. Polo


PONTE DI PIAVE - Quattro comuni uniti per offrire opportunità di lavoro a disoccupati e persone svantaggiate. Ponte di Piave, Salgareda, Cimadolmo e San Polo di Piave avvieranno un progetto congiunto che consentirà a dieci soggetti, prima, di frequentare un corso di formazione e, poi, di essere assunti con un contratto tempo determinato di sei mesi, per venti ore settimanali, in un’attività di pubblica utilità.
L’iniziativa, finanziata tramite fondi europei e giunta alla seconda edizione, verrà attuata, in concreto, dalla Cooperativa sociale Insieme si può. I beneficiari, selezionati tramite bandi comunali, saranno disoccupati di lunga durata di età superiore ai trent’anni, persone in stato di vulnerabilità in carico ai Servizi Sociali e persone con disabilità. Verranno utilizzati nei servizi bibliotecari, nel riordino degli archivi, nella valorizzazione, custodia e promozione dei beni culturali e artistici, nella manutenzione del verde, nell’abbellimento urbano e nella vigilanza di impianti, attrezzature sportive, centri di aggregazione sociale e luoghi pubblici. In particolare, tre ciascuno saranno in servizio rispettivamente a Ponte di Piave e Salgareda, i restanti quattro equamente divisi tra Cimadolmo e S. Polo.
Soddisfatti i sindaci: “Il fine ultimo – confermano - è di ampliare la gamma di servizi offerti alla collettività, creando nel contempo alle persone direttamente impegnate, non solo un’opportunità di impiego retribuito, pure se temporaneo, ma anche di accompagnamento al reinserimento nel mercato del lavoro".