Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/271: MATTHEW JORDAN ALL'ULTIMO COLPO NELL'ITALIAN CHALLENGE

L'inglese si impone al playoff sull'azzurro Scalise


MONTEROSI (VT) - Usciamo per un po’ dagli schemi del PGA, e dell’European Tour, per vedere come vanno le cose con l’Italian Challenge. Il Challenge Tour è il tour di golf professionale maschile europeo di secondo livello. È gestito dal PGA European Tour e, come per...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/270: IL GOLF ABBRACCIA LA SOLIDARIETA’

A Ca' della Nave l'undicesimo Trofeo Par 108


MARTELLAGO - Non finisce di stupire il Par 108. È nato bene, ed è un continuo crescendo: per l’affiatamento dei soci, e la buona organizzazione. Domenica il loro Comitato ha programmato una Louisiana a quattro giocatori, 18 buche stableford sul percorso del Club di Ca della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/269: SETTE AZZURRI IN GARA IN GERMANIA PER L'EUROTOUR

Con una spettacolare rimonta Andrea Pavan vince il Bmw International


MONACO DI BAVIERA (GER) - Edoardo Molinari, Guido Migliozzi, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli, Andrea Pavan, Filippo Bergamaschi e Renato Paratore reduce quest’ultimo dall’US Open, sua prima esperienza in un major, scendono in campo al Golf Club München Eichenried di Monaco di Baviera,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dal 23 agosto al 9 settembre presso l'oratorio e la biblioteca comunale

GIU PIN: PREGANZIOL OMAGGIA IL SUO ARTISTA CON UNA RETROSPETTIVA

Le opere rappresentano la figura umana, la città e la campagna


PREGANZIOL - Noto principalmente per la sua attività di grafico pubblicitario, Giuseppe Pin, in arte Giu Pin, è stato un attento e abile pittore capace di cimentarsi in diversi campi come l’arte sacra, le copie d’autore, le vedute e la pittura di genere. E’ su quest’ultimo filone che Preganziol assieme alla locale Parrocchia, omaggia il suo artista, scomparso nel 2013, con una mostra visitabile dal 24 agosto al 9 settembre presso l’oratorio e la biblioteca del Comune .
Nato nel 1930 a Preganziol, Giu Pin studia all’accademia di Venezia per poi trasferirsi a Milano con la famiglia. Qui lavora come grafico pubblicitario, attività che l’ha portato a scrivere pagine memorabili per questa professione come la grafica senza tempo del marchio Cynar. Artista poliedrico, Giu Pin mantiene sempre il legame con il suo paese natio e le sue radici come dimostrano le quattordici stazioni della Via Crucis e il dipinto “Strage degli Innocenti” nella chiesa parrocchiale di Sant’Urbano.
Nella mostra, che inaugura il 23 agosto alle 19 presso l’Oratorio di Preganziol, protagonista è la figura umana, inserita in contesti urbani e di campagna o collocata in interni variopinti. L’esuberanza cromatica è componente distintiva delle composizioni che letteralmente inebriano lo sguardo dello spettatore, accompagnandolo alla lettura delle scene rappresentate. Una sensazione di gioia e spensieratezza sembra emergere dalle opere di Giu Pin, sensazione però in parte contraddetta dalle atmosfere malinconiche suggerite dai colori freddi, con la predominanza del blu. La mostra di Preganziol, diffusa in quanto ospitata in due sedi distinte, è un dovuto omaggio ad una grande personalità di questa Città.