Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE ╚ L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I Campioni di basket a Monastier per le visite mediche

REYER, PROVE DI SFORZO E DI "DOLCEZZA"

A salutarli anche due mini tifosi di 3 e 5 anni


MONASTIER. Parte il campionato di basket e iniziano anche le visite idoneità per i giocatori dell’ Umana Reyer Venezia.
Lunedì pomeriggio e martedì mattina (20 e 21 agosto) dieci giocatori della squadra campione d’italia sono andati alla casa di cura “Giovanni XXIII” di Monastier dove hanno effettuato le visite di idoneità sportiva. Radiografie, elettrocardiogramma sotto sforzo, visita cardiologica con il primario del reparto di medicina sportiva il dottor Totò Giujusa, lo stesso che la settimana scorsa aveva visitato le ragazze della nazionale femminile senior di Basket.
Ad attendere i giocatori questa volta però, una sorpresa, anzi due. Greta 3 anni e Elia 5 anni che per l’occasione hanno indossato la loro maglietta del cuore, quella della Reyer. Tra una visita e l’altra dei propri beniamini non sono mancati i selfie e anche qualche stretta di mano. Ancora una volta i giocatori della Reyer dimostrano il grande attaccamento per i propri tifosi e la profonda sensibilità verso le nuove generazioni. “Sono ragazzi molto determinati e anche molto coraggiosi – ha detto Gabriele Geretto Amministratore Delegato della casa di Cura che ha dato loro il benvenuto - Da ex sportivo so cosa vuol dire rimanere fermi per un infortunio.
Alcuni di loro hanno affrontato momenti difficili ma proprio grazie alla loro determinazione sono riusciti a superarli. Sono ragazzi in gamba; bravi giocatori ma soprattutto con una grande passione per quello che fanno. E quando c'è la passione, si sa, non c'è nulla di impossibile da raggiungere, quindi aspettiamoci veramente grandi cose dalla Reyer anche per il prossimo anno” ha concluso Geretto augurando “in bocca al lupo” ai giocatori.