Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/271: MATTHEW JORDAN ALL'ULTIMO COLPO NELL'ITALIAN CHALLENGE

L'inglese si impone al playoff sull'azzurro Scalise


MONTEROSI (VT) - Usciamo per un po’ dagli schemi del PGA, e dell’European Tour, per vedere come vanno le cose con l’Italian Challenge. Il Challenge Tour è il tour di golf professionale maschile europeo di secondo livello. È gestito dal PGA European Tour e, come per...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/270: IL GOLF ABBRACCIA LA SOLIDARIETA’

A Ca' della Nave l'undicesimo Trofeo Par 108


MARTELLAGO - Non finisce di stupire il Par 108. È nato bene, ed è un continuo crescendo: per l’affiatamento dei soci, e la buona organizzazione. Domenica il loro Comitato ha programmato una Louisiana a quattro giocatori, 18 buche stableford sul percorso del Club di Ca della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/269: SETTE AZZURRI IN GARA IN GERMANIA PER L'EUROTOUR

Con una spettacolare rimonta Andrea Pavan vince il Bmw International


MONACO DI BAVIERA (GER) - Edoardo Molinari, Guido Migliozzi, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli, Andrea Pavan, Filippo Bergamaschi e Renato Paratore reduce quest’ultimo dall’US Open, sua prima esperienza in un major, scendono in campo al Golf Club München Eichenried di Monaco di Baviera,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

No dei sindacati al taglio di retribuzioni e premi per 5 anni

PASTA ZARA, È BRACCIO DI FERRO SULLA QUATTORDICESIMA

Il gruppo, in concordato, chiede di ridurre il costo del lavoro


RIESE PIO X - E’ braccio di ferro tra sindacati e azienda sul taglio delle quattordicesime per i dipendenti di Pasta Zara.
Il gruppo dell’alimentare, con sede a Riese Pio X, nel trevigiano è da tempo invischiato in una pesante crisi finanziaria ed ha chiesto il concordato preventivo in bianco. Secondo quanto spiegato dai vertici aziendali ai sindacati nel corso di un incontro, la bozza di piano industriale per il rilancio, che dovrà essere presentato al Tribunale di Treviso entro il prossimo 8 ottobre, prevede anche una riduzione del costo del lavoro: l’azienda ha assicurato di non voler dichiarare esuberi, ma ha richiesto il blocco delle quattordicesime e dei premi di produzione per i circa 450 addetti del gruppo, distribuiti, oltre che nel quartier generale nella Marca, anche negli stabilimenti di Muggia, in provincia di Trieste, e a Rovato, nel bresciano. Se sul primo punto i sindacati hanno lasciato qualche margine di discussione, l’ipotesi di rinunciare alla 14esima mensilità è stata bocciata come inaccettabile.
L'argomento sarà affrontato lunedì in assemblea ed un prossimo incontro con i vertici dell'azienda è fissato per il 10 settembre. Gli amministratori hanno anche fatto sapere di essere in trattativa con quattro investitori intenzionati ad entrare nella società: due sarebbe gruppi industriali del settore, altri due dei fondi.
Pasta Zara risulta deve fronteggiare un debito di circa 240 milioni di euro, 180 dei quali nei confronti delle banche