Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Domenica 9 settembre il raduno promosso da Giovanni Carraro

ANCHE QUEST'ANNO TORNA LA FESTA AL LANDRO DEL COLLON

La grotta del Col Visentin ospita un capitello


VITORIO VENETO - Da tre anni la grotta posta a 900 metri di quota ai piedi del Col Visentin, conosciuta dagli abitanti di Fais e dagli escursionisti come Landro del Collon, si trasforma per un giorno in un ambiente di festa.
Si terrà anche quest’anno, domenica 9 settembre, il tradizionale ritrovo di pellegrini e viandanti, nato da un’idea di Giovanni Carraro, giornalista, appassionato reporter di trekking montani. Il programma prevede, alle 10, il raduno davanti alla grotta, a cui seguirà la celebrazione della Santa messa, officiata dal direttore del settimanale diocesano "L’Azione" di Vittorio Veneto, don Alessio Magoga, alle10.30. La festa si concluderà con il brindisi in paese alle 12.30.
Sul posto, proprio Carraro ha fatto realizzare, tre anni fa, dall’artista Francesco Piazza di Lorenzago, un tabernacolo in ferro battuto, che ospita una madonnina che gli era stata precedentemente regalata. Per raggiungere la grotta si può lasciare l’auto nei pressi di Borgo Collon e poi seguire il sentiero n. 985 che conduce a Forcella Zoppei.
“Questo momento di festa – ricorda Carraro – è reso possibile dalla disponibilità dei proprietari dell’area, i fratelli Segat, del Comune di Vittorio Veneto che concede ogni anno il patrocinio e delle associazione della Val Lapisina che si adoperano per tener pulito il tracciato e allestire il rinfresco finale”.