Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/253: A PERTH UN TORNEO DALLA FORMUALA SPETTACOLO

Nel divertente Handa World Super 6 si impone Ryan Fox


PERTH - È rimasto in Australia l’European Tour, seconda tappa consecutiva in quel Continente, nella stagione 2019; si disputa il divertente “ISPS Handa World Super 6 Perth”, terza edizione di uno dei tornei innovativi, valido anche per l’Asian Tour, con formula...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/252: ISPS HANDA VIC OPER, IL PRINCIPALE TORNEO D'AUSTRALIA

Lo scozzese Law e la francese Boutier beffano i favoriti di casa


GEELONG (AUSTRALIA) - È questo il principale avvenimento golfistico in Australia, in cui, a partecipare sullo stesso campo, il “13th Beach Golf Club”, sono 156 uomini e altrettante donne, seppure, queste ultime con distanze di poco ridotte. Sono 6.214 metri per i maschi, e 6mila...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/251: LE STELLE DELL'EUROPEAN TOUR PER LA PRIMA VOLTA IN ARABIA

Dopo le polemiche sui diritti umani, Dustin Johnson vince il Saudi International


GEDDA - Una sfida ad altissimo livello, con quattro dei primi cinque giocatori della classifica mondiale: l’inglese Justin Rose, numero uno vincitore la scorsa settimana del Farmers Open, gli statunitensi Brooks Koepka numero due, Dustin Johnson, numero tre, e Bryson DeChambeau numero cinque,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Non potete farmi niente sono incinta": stessa scusa anche a giugno

GUIDA IL SUV SENZA PATENTE E INSULTA I POLIZIOTTI CHE LA FERMANO PER UN CONTROLLO

Marocchina 30enne denunciata per minacce e oltraggio


TREVISO - Non solo guidava un suv con una patente falsa, ma ha pure insultato e minacciato i poliziotti che l’avevano fermata per un controllo. Quando alle 4 della scorsa notte, mentre percorreva via Roma a Villorba, ha visto la Volante, una marocchina 30enne ha cercato bruscamente di invertire la direzione per evitare il controllo. Gli agenti, però, hanno raggiunto e bloccato il Range Rover Evoque su cui viaggiava insieme ad un’altra persona. Al che la magrebina ha iniziato ad inveire e solo dopo molti minuti e molta insistenza ha consegnato la propria patente. I poliziotti si sono subito accorti che il documento era contraffatto. Inoltre, da una verifica del nominativo, è emerso che la giovane straniera, lo scorso 11 giugno, si era resa protagonista di un comportamento analogo: fermata per un altro controllo, aveva aggredito gli operatori, insultandoli, deridendoli in pubblico per il loro stipendio e minacciando di sporgere denuncia, perché sosteneva di essere incinta.
Portata in Questura, anche l’altra notte, non ha dato spiegazioni sull’origine della patente e, sempre con la scusa di essere incinta, ha continuato a minacciare gli agenti e a ripetere di non aver paura delle Polizia e della giustizia italiana.
E’ stata denunciata per falsità materiale, violenza, minaccia ed oltraggio a pubblico ufficiale, oltre che per guida senza patente. Per lei è scattata anche una sanzione da 5mila euro, mentre l’auto è stata sottoposta a fermo amministrativo per tre mesi.