Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Non potete farmi niente sono incinta": stessa scusa anche a giugno

GUIDA IL SUV SENZA PATENTE E INSULTA I POLIZIOTTI CHE LA FERMANO PER UN CONTROLLO

Marocchina 30enne denunciata per minacce e oltraggio


TREVISO - Non solo guidava un suv con una patente falsa, ma ha pure insultato e minacciato i poliziotti che l’avevano fermata per un controllo. Quando alle 4 della scorsa notte, mentre percorreva via Roma a Villorba, ha visto la Volante, una marocchina 30enne ha cercato bruscamente di invertire la direzione per evitare il controllo. Gli agenti, però, hanno raggiunto e bloccato il Range Rover Evoque su cui viaggiava insieme ad un’altra persona. Al che la magrebina ha iniziato ad inveire e solo dopo molti minuti e molta insistenza ha consegnato la propria patente. I poliziotti si sono subito accorti che il documento era contraffatto. Inoltre, da una verifica del nominativo, è emerso che la giovane straniera, lo scorso 11 giugno, si era resa protagonista di un comportamento analogo: fermata per un altro controllo, aveva aggredito gli operatori, insultandoli, deridendoli in pubblico per il loro stipendio e minacciando di sporgere denuncia, perché sosteneva di essere incinta.
Portata in Questura, anche l’altra notte, non ha dato spiegazioni sull’origine della patente e, sempre con la scusa di essere incinta, ha continuato a minacciare gli agenti e a ripetere di non aver paura delle Polizia e della giustizia italiana.
E’ stata denunciata per falsità materiale, violenza, minaccia ed oltraggio a pubblico ufficiale, oltre che per guida senza patente. Per lei è scattata anche una sanzione da 5mila euro, mentre l’auto è stata sottoposta a fermo amministrativo per tre mesi.