Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A tre mesi dalla scomparsa un convegno per ricordare il sindacalista

REMARE CONTROCORRENTE: LA CISL RICORDA PIERRE CARNITI

Il segretario veneto: "Le sue idee sono ancora attuali"


Carniti (al centro) in una manifestazione a Marghera MOGLIANO. L’influenza di Pierre Carniti nella Cisl del Veneto è stata fortissima e le sue idee hanno permeato la formazione e l’azione di molti dirigenti sindacali di quella che è, fin dagli anni ’60, la prima forza sindacale della nostra regione per associati e rappresentanti nelle aziende, private e pubbliche.
Per questo la Cisl veneta non poteva non ricordare questo sindacalista, scomparso lo scorso 5 giugno, che Miriam Maffai definì come “il più anomalo dei sindacalisti”.
Pierre Carniti è stato spesso in Veneto, soprattutto dopo la sua elezione a Segretario generale della Cisl, avvenuta nel 1979. Il lascito di Carniti alla Cisl ed in particolare a quella veneta verrà presentato con un video che, con immagini di repertorio, ripercorrerà la sua esperienza sindacale dalla prima militanza, a partire dal 1956, nella Fim milanese fino al 1985 quando, a 49 anni lasciò la Cisl con un discorso di commiato al X Congresso. Nel video alcuni inserti ricordano la sua presenza in Veneto: nel 1980 per lanciare il progetto “Lavorare meno, lavorare tutti”, nel 1981 alla manifestazione sindacale seguita all’assassinio dell’ing. Giuseppe Taliercio e poi nel 1984 e 1985 in occasione della lunga battaglia attorno alla scala mobile che si concluse con la vittoria dei No sul referendum promosso dal PCI.
A cinque giovani dirigenti Cisl è stato affidato il compito di interrogare due compagni di viaggio del leader cislino: Raffaele Morese con il suo impegno nella FIM Cisl e Luigi Viviani, a capo della Cisl veneta negli stessi anni.
Per il segretario regionale della Cisl, Gianfranco Refosco “Il lascito di Carniti alla Cisl è importante tanto quanto lo fu quello del nostro fondatore, Giulio Pastore. Le sue idee forti sono ancora alla base della nostra prassi quotidiana: la contrattazione articolata, la totale autonomia del sindacato, il ruolo dei lavoratori nella società. Basti pensare che Fondo Solidarietà Veneto nasce come risposta alle stimolazioni di Carniti verso una costante innovazione e potenziamento della contrattazione integrativa”