Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fermato un profugo di 21 anni

DROGA SULLE MURA, BLITZ DEI VIGILI

Le segnalazioni partite dai residenti


TREVISO - Ieri pomeriggIO la Polizia Locale di Treviso ha concluso un’importante operazione antidroga. Nell’ambito di una verifica delle segnalazioni pervenute dai cittadini - che avevano notato movimenti sospetti nell’area dei giardinetti sotto le Mura all’altezza di curva Bricito -, gli agenti hanno fermato un cittadino nigeriano di 21 anni, senza fissa dimora ma noto alle forze dell’ordine, sorpreso a recuperare alcune dosi di stupefacente sotterrate in precedenza vicino ad un cespuglio.

Il giovane, già ospite in un centro di accoglienza, è stato portato al Comando dove è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio.

Il sindaco di Treviso Mario Conte ha accolto la notizia con grande soddisfazione: "Ringrazio gli agenti della Polizia Locale per l’ottimo lavoro e l’impegno quotidiano nella repressione di questi fenomeni», le parole del primo cittadino. «Come amministrazione metteremo in campo tutte le nostre energie per combattere lo spaccio a Treviso. I cittadini, e lo testimoniano le segnalazioni giunte alla Polizia locale, non vogliono più vedere certi personaggi intenti a nascondere e vendere droga".