Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/235: ALLA MONTECCHIA LA COPPA DEL MONDO DI TURKISH AIRLINES

Fa tappa in Veneto il campionato amatoriale sostenuto dalla compagnia aerea


SELVAZZANO DENTRO - Con una certa curiosità ho aderito all’invito propostomi dalla compagnia aerea, di partecipare al Turkish Airlines World Golf Cup 2018, inviatomi per tramite dell’Ufficio Stampa italiano della stessa; bello, han fatto le cose molto bene, degne del Club che li...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/234: MOLINARI DECISIVO NELLA RYDER CUP

L'azzurro trascina l'Europa alla vittoria sugli Usa


PARIGI - La tanto attesa storica sfida che ogni due anni mette in competizione gli Stati Uniti d’America e il Vecchio Continente, l’unica competizione in cui l’Europa ha una propria “Nazionale”, gioca sotto un’unica bandiera. I previsti 270mila spettatori, hanno...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/233: FEDEX CUP, IL RITORNO ALLA VITTORIA DI WOODS

Tiger trionfa ad Atlanta, classifica finale a Justin Rose


TREVISO - Istituita nel 2007, la FedEx Cup è un insieme di quattro tornei settimanali del PGA Tour; è una corposa manifestazione di Golf, con il merito di aver introdotto, per prima, il sistema playoff nel golf professionistico. Le gare infatti, quattro, che sono anche la conclusione...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'industria, in concordato, ha chiesto di tagliare le retribuzioni

PASTA ZARA, FUMATA NERA TRA AZIENDA E SINDACATI

Nessun passo in avanti dall'incontro odierno


TREVISO - Fumata nera per Pasta Zara. Rappresentanti dell’azienda di Riese Pio X, tra i maggiori produttori italiani di pasta, finita in concordato, e i sindacati si sono incontrati, il vertice però non ha portato ad alcun passo in avanti nella trattativa.
I dirigenti nei giorni scorsi avevano spiegato che il salvataggio dovrà passare anche attraverso una riduzione del costo del lavoro e avevano richiesto la sospensione delle quattordicesime mensilità e dei premi di risultato per i lavoratori per i prossimi cinque anni. Ipotesi bocciata, però, con un referendum dai dipendenti stessi (circa 450 compresi anche gli stabilimenti di Muggia, in provincia di Trieste e di Rovato, nel Bresciano).
Per ora le parti restano sulle rispettive posizioni, ma una nuova riunione è già stata fissata per giovedì prossimo: in quella occasione i sindacati contano che l’azienda possa fornire nuovi elementi per rilanciare il negoziato, oltre che presentare una bozza del piano industriale.
Pasta Zara è gravata di un debito complessivo di 241 milioni di euro, 178 dei quali verso le banche. Entro il prossimo 8 ottobre dovrà presentare al Tribunale di Treviso il piano concordatario, di cui l’accordo sindacale con i lavoratori è parte essenziale. In caso contrario, si aprirà la strada per il fallimento.