Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Due espisodii a Treviso nel giro di poche ore

ANZIANI TRUFFATI

Tra le vittime anche una novantenne


TREVISO. Hanno suonato alla porta di ignare anziane qualificandosi come operatori del gas. I due episodi sono avvenuti ieri mattina, a distanza di poco tempo l’uno dall’altro, nella prima periferia di Treviso.

Il primo intervento dei poliziotti delle Volanti risale alle 11.45. A chiamare la Polizia è stata una donna, novantenne, la quale ha riferito agli agenti che, poco prima, aveva ricevuto una visita da parte di due sedicenti operatori del gas, i quali con la scusa di una fuga di gas nel quartiere, hanno convito l’anziana a farsi aprire la porta di casa. La donna, che effettivamente ha sentito un forte odore di gas, ha eseguito i consigli dei due malfattori di prendere tutto l’oro e preziosi che aveva in casa e riporli in frigo in quanto sarebbero stati al sicuro da un eventuale scoppio. Dopo aver distratto la donna, i due malviventi si sono congedati e solo dopo qualche istante l’anziana, dopo aver avvisato la figlia dell’accaduto, si è resa conto di essere stata raggirata.

Alle 13.30 circa, alla centrale Operativa è arrivata una richiesta di intervento per una truffa appena consumata. La richiedente ha dichiarato che, mentre era con i fratelli in giardino, si sono presentati due uomini, sedicenti operatori del gas, che con la scusa di una perdita di gas, hanno chiesto di poter verificare le tubature. Con vari artifizi, uno dei due si è introdotto all’interno dell’abitazione convincendo la vittima, settantottenne, a riporre tutti gli oggetti in oro e denaro in un contenitore in frigo. Il malvivente, dopo aver distratto la donna, con una scusa si è allontanato dall’abitazione con il suo complice. Solo rientrando in casa, le vittime, si sono rese conto della truffa. Sono in corso indagini da parte degli investigatori della Squadra Mobile, per identificare i responsabili di tale reato.

La Polizia, rinnova l’appello di segnalare alle Forze dell’Ordine situazioni o persone sospette e soprattutto raccomanda alle persone appartenenti alle fasce più deboli di non far entrare sconosciuti in casa per alcuna ragione.

L’appello è rivolto anche ai familiari dei soggetti più deboli, di sensibilizzare i relativi parenti nei casi sospetti, di avvisare sempre le Forze di Polizia.