Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A Cà dei Carraresi apre la rassegna vintage

UN TUFFO NEL PASSATO

Una mostra mercato aperta fino a domenica


L'inaugurazioe con il sindaco Mario Conte

TREVISO - Al via domani, a Treviso, la terza edizione di Vintage ai Carraresi, un appuntamento fisso nel calendario della città che negli scorsi anni ha visto affollarsi le vie che conducono a Ca’ dei Carraresi, il palazzo in cui la mostra - mercato si svilupperà, in tutti i suoi piani.

La manifestazione vintage, in grado di contraddistinguersi per l’alto valore delle proposte e per essere ancora la prima e unica mostra - mercato a carattere professionale in città, proporrà quest’anno un’attenta selezione di pezzi vintage legati alla moda, agli accessori e non solo.

Sono infatti molte anche le proposte legate al modernariato, frutto della scelta stilistica di Fernanda Li Volsi, curatrice della mostra - mercato nonché titolare di Officine Li Volsi, un vero e proprio laboratorio vintage alle porte del centro di Treviso (in via Tommaso Salsa, 6).

La stessa curatrice, che con attenzione e dettaglio ha selezionato per questa terza edizione trenta tra i migliori espositori vintage nazionali, ribadisce il concetto del “valore autentico del vintage” che contraddistingue questo progetto e che sarà possibile scovare e ammirare tra gli spazi del palazzo.

Saranno pezzi unici, introvabili e preziosi, quelli esposti dal 14 al 16 settembre negli spazi di Cadei Carraresi. Ad essere vintage, infatti, è la manifattura degli abiti e accessori del passato, il dettaglio della lavorazione, la scelta del tessuto e il taglio che li caratterizzava. Quanto verrà presentato durante la mostra - mercato, è ancora oggi il punto di partenza delle collezioni stilistiche dei grandi brand di moda internazionali, che in queste unicità vintage ritrovano l’idea di partenza per le creazioni del presente.

A continuare le fila di una selezione unica e di valore sarà lo stesso Vic Caserta, protagonista di quest’anno in una mostra - evento collaterale che racconterà la sua carriera personale e professionale, rievocando la manifattura di uno stile unico ed eccezionale, non solamente tramite gli abiti.

Il noto consulente delle griffe più famose nonché stilista e collezionista vintage trevigiano, infatti, con la sua raccolta di oltre 60mila capi databili tra la fine dell800 e la prima metà del secolo scorso ha realizzato una vera e propria enciclopediadel vintage, i cui "pezzi" hanno ispirato fashion designer del calibro di John Galliano e Jeremy Scott e collezioni di aziende di rilevante importanza come Replay e Belstaff.

A raccontarlo nella sua esposizione saranno immagini, descrizioni, tessuti, abiti e quadri fatti con materiali recuperati dal passato, che oltre a narrare la sua vita, saranno in grado di rievocare nel visitatore la storia della moda a partire dagli anni ’60, quando lo stesso Vic, in questo caso pioniere del vintage, già iniziava a scomporre vecchi denim per farne di essi dei nuovi capi.

"Si potrebbe dire che il vintage non è una moda ma un modo di vivere, interpretare oggetti, musica e abbigliamento", queste le parole del sindaco di Treviso Mario Conte. "Siamo veramente contenti di ospitare in un luogo suggestivo della città come Ca' dei Carraresi un evento così bello, stravagante e partecipato, impreziosito da esposizioni di grande valore culturale. Nel vintage ci sono la tradizione, le idee e il futuro.

Non mancheranno nemmeno quest’anno importanti novità, per questa terza edizione di Vintage ai Carraresi: la mostra - mercato, infatti, oltre ai suoi espositori negli anni consolidati, primo fra tutti A.N.G.E.L.O., notoriamente uno tra i più importanti e influenti collezionisti-retailer di abbigliamento vintage in Italia e nel mondo, si arricchirà di nuove proposte, quali un’esclusiva collezione di bijoux americani anni ’40 - ’60, bellissimi tessuti d’epoca originali e decorazioni natalizie del secolo scorso, fra nostalgie naïf e dettagli preziosi.

La mostra - mercato, che aprirà le sue porte venerdì 14 settembre (alle ore 14.00) sarà lieta di accogliere i propri visitatori fino a domenica 16 settembre (alle ore 20.00).