Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si studia un senso unico per salvare il verde pubblico

"SALVEREMO GLI ALBERI DI PIAZZA MARTIRI DI BELFIORE"

Il sindaco Conte assicura che il progetto verrà rivisto


TREVISO - Gli alberi di piazza Martiri di Belfiore non si toccano. Parola del sindaco Mario Conte.
Il progetto di riqualificazione dello spazio pubblico di Santa Maria del Rovere, messo a punto dalla precedente amministrazione, infatti, prevede l’abbattimento delle piante che circondano la fontana centrale. L’ipotesi ha scatenato la sollevazione dei residenti e dei commercianti del quartiere, con tanto di ondata di proteste e petizioni via social contro il taglio. Da Ca’ Sugana assicurano che il progetto è stato inviato così com’era per rispettare i tempi strettissimi imposti dal governo per i finanziamenti, legati al cosiddetto bando periferie. Lo stesso Conte era stato a Roma qualche giorno fa per discuterne con il presidente del Consiglio. Ora però la nuova giunta intende rivedere l’intervento, proprio per salvare il verde.
L’assessore ai lavori pubblici Sandro Zampese ha già effettuato un sopralluogo insieme ai tecnici, nei prossimi giorni, anche per incontrare gli abitanti, verrà di persona lo stesso sindaco. La soluzione alternativa andrà studiata nei dettagli. Il primo cittadino, tuttavia, ha già qualche idea.