Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/235: ALLA MONTECCHIA LA COPPA DEL MONDO DI TURKISH AIRLINES

Fa tappa in Veneto il campionato amatoriale sostenuto dalla compagnia aerea


SELVAZZANO DENTRO - Con una certa curiosità ho aderito all’invito propostomi dalla compagnia aerea, di partecipare al Turkish Airlines World Golf Cup 2018, inviatomi per tramite dell’Ufficio Stampa italiano della stessa; bello, han fatto le cose molto bene, degne del Club che li...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/234: MOLINARI DECISIVO NELLA RYDER CUP

L'azzurro trascina l'Europa alla vittoria sugli Usa


PARIGI - La tanto attesa storica sfida che ogni due anni mette in competizione gli Stati Uniti d’America e il Vecchio Continente, l’unica competizione in cui l’Europa ha una propria “Nazionale”, gioca sotto un’unica bandiera. I previsti 270mila spettatori, hanno...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/233: FEDEX CUP, IL RITORNO ALLA VITTORIA DI WOODS

Tiger trionfa ad Atlanta, classifica finale a Justin Rose


TREVISO - Istituita nel 2007, la FedEx Cup è un insieme di quattro tornei settimanali del PGA Tour; è una corposa manifestazione di Golf, con il merito di aver introdotto, per prima, il sistema playoff nel golf professionistico. Le gare infatti, quattro, che sono anche la conclusione...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per il deputato Raffaele Baratto va costruito un nuovo viadotto

PONTE DI VIDOR, DAL MINISTERO RISPONDONO: "ARRANGIATEVI"

L'ira di Marcon: "Risorse già insufficienti"


VIDOR - Ora l’ha scritto perfino in cirillico, perché finora, dice, “in qualunque lingua scriva, Roma sembra non capire”. Una provocazione, quella di Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso, ma che testimonia lo sconcerto per la piega presa dalla vicenda del Ponte di Vidor.
L’amministrazione provinciale ha inviato al ministero delle Infrastrutture, come richiesto in seguito al monitoraggio, il piano di manutenzione e messa in sicurezza dell’importante passaggio viario. Qual è stata la risposta, lo riassume lo stesso presidente Marcon: "Arrangiatevi!". In buona sostanza, dal dicastero hanno suggerito di intervernire "valutando le priorità" con i pochi fondi a disposizione della viabilità ordinaria.
Per la manutenzione degli 1.200 chilometri di strade provinciali e degli oltre 300 ponti della Marca, servirebbero almeno sei milioni all’anno, a fronte dei poco più di 3 e mezzo annui previsti dal piano del prossimo quinquennio. Il consolidamento del ponte di Vidor richiede un investimento di 12 milioni di euro (per rifarlo ex novo ne servirebbero minimo una quarantina). Utilizzare a questo scopo le già risicate risorse ordinarie, senza un finanziamento straordinario, ribadisce Marcon, significherebbe bloccare ogni altro intervento.
Sulla questione scende in campo anche Raffaele Baratto. Per il deputato trevigiano di Forza Italia, va costruito un nuovo ponte. Baratto ha invitato il ministro Danilo Toninelli a venire in sopralluogo a Vidor. Sul ponte di Vidor era stato annunciato anche un progetto della Regione, che si era impegnata a finanziarlo, in tutto o in parte.