Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club pių vicino alla cittā di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/254: IN MESSICO IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MOLINARI

Il torinese chiude 17° nel torneo vinto da Dustin Johnson


CITTA' DEL MESSICO - Il campionato mondiale messicano segna il rientro in campo di Francesco Molinari, nella prima delle contese stagionali del World Golf Championship. Il torneo si disputa al Club de Golf Chapultepec di Città del Messico, con un montepremi di 10.250.000 dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La percentuale dei malati č in aumento in tutta Europa

UNITI CONTRO L'ALZHEIMER

Domani un convegno a Castelfranco


CASTELFRANCO. Giornata Mondiale per l’Alzheimer: il Centro Anziani Sartor di Castelfranco partecipa con un interessantissimo incontro, venerdì 21 settembre 2018 dalle 20.30. L’iniziativa rientra nel ciclo di incontri “Le patologie dell’anziano: parliamone assieme” e riguarda in particolare i temi della prevenzione e dell’invecchiamento attivo. Relatore sarà il dottor Vito Toso che illustrerà, in particolare, i fattori di rischio e di protezione riguardo al decadimento cognitivo, offrendo spunti di riflessione ed esempi concreti. Appuntamento dunque domani al Salone delle Rose del Sartor a Castelfranco.

La percentuale di anziani rispetto alla popolazione generale sta aumentando in tutte le nazioni, in particolare in quelle altamente sviluppate. Tra le fragilità legate all’invecchiamento, il decadimento cognitivo viene vissuto dalle persone come la più grande minaccia, anche se la demenza non è la naturale conseguenza dell’invecchiamento. Un terzo dei casi di Alzheimer nel mondo possono essere attribuiti a sette fattori di rischio modificabili (diabete mellito, ipertensione, obesità, inattività fisica, depressione, fumo e bassa scolarità) alcuni dei quali già a partire dalla mezza età. Dei sette fattori di rischio riportati, la percentuale più grande di casi di Alzheimer in Europa, USA e UK potrebbe essere attribuita all’ inattività. Pur sapendo che la bassa scolarità non può essere modificata negli anziani, una vasta letteratura mostra che l’essere impegnati in attività cognitivamente stimolanti nella mezza età e nell’età anziana è un fattore protettivo. Pertanto il benessere degli anziani va inteso come multidimensionale, nel senso che lo star bene implica più aspetti: quello psicofisico, quello socioeconomico, quello relazionale, quello partecipativo. Da tempo il Centro Sartor ha attivato, proprio in questo senso, una serie di iniziative rivolte agli anziani che frequentano il Centro Diurno ATTIVAmente, aperte anche al territorio, attraverso laboratori aperti alla comunità e serate di sensibilizzazione.