Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/235: ALLA MONTECCHIA LA COPPA DEL MONDO DI TURKISH AIRLINES

Fa tappa in Veneto il campionato amatoriale sostenuto dalla compagnia aerea


SELVAZZANO DENTRO - Con una certa curiosità ho aderito all’invito propostomi dalla compagnia aerea, di partecipare al Turkish Airlines World Golf Cup 2018, inviatomi per tramite dell’Ufficio Stampa italiano della stessa; bello, han fatto le cose molto bene, degne del Club che li...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/234: MOLINARI DECISIVO NELLA RYDER CUP

L'azzurro trascina l'Europa alla vittoria sugli Usa


PARIGI - La tanto attesa storica sfida che ogni due anni mette in competizione gli Stati Uniti d’America e il Vecchio Continente, l’unica competizione in cui l’Europa ha una propria “Nazionale”, gioca sotto un’unica bandiera. I previsti 270mila spettatori, hanno...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/233: FEDEX CUP, IL RITORNO ALLA VITTORIA DI WOODS

Tiger trionfa ad Atlanta, classifica finale a Justin Rose


TREVISO - Istituita nel 2007, la FedEx Cup è un insieme di quattro tornei settimanali del PGA Tour; è una corposa manifestazione di Golf, con il merito di aver introdotto, per prima, il sistema playoff nel golf professionistico. Le gare infatti, quattro, che sono anche la conclusione...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La percentuale dei malati è in aumento in tutta Europa

UNITI CONTRO L'ALZHEIMER

Domani un convegno a Castelfranco


CASTELFRANCO. Giornata Mondiale per l’Alzheimer: il Centro Anziani Sartor di Castelfranco partecipa con un interessantissimo incontro, venerdì 21 settembre 2018 dalle 20.30. L’iniziativa rientra nel ciclo di incontri “Le patologie dell’anziano: parliamone assieme” e riguarda in particolare i temi della prevenzione e dell’invecchiamento attivo. Relatore sarà il dottor Vito Toso che illustrerà, in particolare, i fattori di rischio e di protezione riguardo al decadimento cognitivo, offrendo spunti di riflessione ed esempi concreti. Appuntamento dunque domani al Salone delle Rose del Sartor a Castelfranco.

La percentuale di anziani rispetto alla popolazione generale sta aumentando in tutte le nazioni, in particolare in quelle altamente sviluppate. Tra le fragilità legate all’invecchiamento, il decadimento cognitivo viene vissuto dalle persone come la più grande minaccia, anche se la demenza non è la naturale conseguenza dell’invecchiamento. Un terzo dei casi di Alzheimer nel mondo possono essere attribuiti a sette fattori di rischio modificabili (diabete mellito, ipertensione, obesità, inattività fisica, depressione, fumo e bassa scolarità) alcuni dei quali già a partire dalla mezza età. Dei sette fattori di rischio riportati, la percentuale più grande di casi di Alzheimer in Europa, USA e UK potrebbe essere attribuita all’ inattività. Pur sapendo che la bassa scolarità non può essere modificata negli anziani, una vasta letteratura mostra che l’essere impegnati in attività cognitivamente stimolanti nella mezza età e nell’età anziana è un fattore protettivo. Pertanto il benessere degli anziani va inteso come multidimensionale, nel senso che lo star bene implica più aspetti: quello psicofisico, quello socioeconomico, quello relazionale, quello partecipativo. Da tempo il Centro Sartor ha attivato, proprio in questo senso, una serie di iniziative rivolte agli anziani che frequentano il Centro Diurno ATTIVAmente, aperte anche al territorio, attraverso laboratori aperti alla comunità e serate di sensibilizzazione.