Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/262: LA PRIMA VOLTA DEL MASTERS IN ROSA

Sfida tra le migliori 72 dilettanti sul mitico Augusta National


AUGUSTA - Si tratta di un evento storico per il golf femminile: per la prima volta il Masters in rosa.A giocare all’Augusta National, il mitico percorso voluto da Bobby Jones, sono le migliori 72 dilettanti del mondo. Tra loro, quattro azzurre: Virginia Elena Carta, Caterina Don, Alessandra...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le botteghe spesso diventano punti di aggregazione sociale

UN TREVIGIANO SU 4 ACQUISTA NEI NEGOZI DI VICINATO

"La sfida è coniugare tradizione e innovazione"


TREVISO - Un trevigiano su quattro continua a fare acquisti nella macelleria, nell’ortofrutta, nel panificio e nelle altre botteghe sotto casa o vicino dal posto di lavoro.
Un dossier sul commercio di prossimità, inserito nel rapporto annuale sul terziario della Marca, curato dall’Ebicom Lab, per conto dell’ente bilaterale del settore, mostra come i clienti di questi negozi abbiano un’età superiore ai 35 anni (un terzo ne ha più di 65 ), in prevalenza donne o coppie con o senza figli.
Si rivolgono a questi esercizi per prodotti locali o made in Italy, di qualità, e perché alla ricerca di rapporto con il negoziante che consiglia e, in qualche modo, certifica la provenienza del prodotto”.
Dunque i negozi di vicinato non sono morti, ribadisce Federico Capraro, vicepresidente di Unascom Confcommercio provinciale.
Il commercio trevigiano si conferma in trasformazione (tra gennaio e giugno gli imprenditori sono in aumento per la prima volta dopo otto anni, seppur solo dello 0,1%). La maggioranza dei clienti, addirittura l’84% per l’alimentare, sceglie supermercati, discount e negozi specializzati per convenienza e varietà d’offerta. Sono ancora pochi, in assoluto, coloro che acquistano su internet, e il 68% prima prova l’articolo in negozio, ma l’e-commerce cresce dell’11% medio negli ultimi tre anni.
A fronte di questi dati anche per i negozi tradizionali la sfida passa per l’innovazione, come ricorda Alessia Bernardi, una delle curatrici del rapporto.