Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/241: MOLINARI NUMERO UNO IN EUROPA

A Dubai conclusa la stagione del circuito continentale


DUBAI - Sul percorso dello Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, si gioca l’ultima gara stagionale, il DP World Tour Championship, che va a concludere la “Race to Dubai”, con un montepremi di otto milioni di dollari. Sono ammessi i primi sessanta della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le botteghe spesso diventano punti di aggregazione sociale

UN TREVIGIANO SU 4 ACQUISTA NEI NEGOZI DI VICINATO

"La sfida è coniugare tradizione e innovazione"


TREVISO - Un trevigiano su quattro continua a fare acquisti nella macelleria, nell’ortofrutta, nel panificio e nelle altre botteghe sotto casa o vicino dal posto di lavoro.
Un dossier sul commercio di prossimità, inserito nel rapporto annuale sul terziario della Marca, curato dall’Ebicom Lab, per conto dell’ente bilaterale del settore, mostra come i clienti di questi negozi abbiano un’età superiore ai 35 anni (un terzo ne ha più di 65 ), in prevalenza donne o coppie con o senza figli.
Si rivolgono a questi esercizi per prodotti locali o made in Italy, di qualità, e perché alla ricerca di rapporto con il negoziante che consiglia e, in qualche modo, certifica la provenienza del prodotto”.
Dunque i negozi di vicinato non sono morti, ribadisce Federico Capraro, vicepresidente di Unascom Confcommercio provinciale.
Il commercio trevigiano si conferma in trasformazione (tra gennaio e giugno gli imprenditori sono in aumento per la prima volta dopo otto anni, seppur solo dello 0,1%). La maggioranza dei clienti, addirittura l’84% per l’alimentare, sceglie supermercati, discount e negozi specializzati per convenienza e varietà d’offerta. Sono ancora pochi, in assoluto, coloro che acquistano su internet, e il 68% prima prova l’articolo in negozio, ma l’e-commerce cresce dell’11% medio negli ultimi tre anni.
A fronte di questi dati anche per i negozi tradizionali la sfida passa per l’innovazione, come ricorda Alessia Bernardi, una delle curatrici del rapporto.