Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/257: AL PLAYERS CHAMPIONSHIP TRIONFA RORY MCILROY

In Florida il torneo considerato il "quinto major"


FLORIDA - È questo il torneo tra i più attesi del PGA Tour, considerato quasi un quinto major. L’evento ha il montepremi più alto al mondo, ben 12,5 milioni di dollari, con prima moneta di 2.250.000. Oltre a questi, sono in palio 600 punti per la FedEx Cup, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club più vicino alla città di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pesano le temperature elevate di settembre, 30% in meno nei negozi

AUTUNNO TROPPO CALDO, VENDITE IN CALO ANCHE PER STEFANEL

L'azienda di Ponte di Piave costretta a rinviare la semestrale


PONTE DI PIAVE - Il consiglio di amministrazione di Stefanel rinvia l'approvazione della semestrale e si appresta a rivedere il piano di ristrurrurazione del debito. Il piano industriale avviato all'inizio dell'anno ha iniziato a dispiegare i primi effetti: "In particolare - spiega una nota dell'azienda -, il programma di chiusura dei negozi e di riduzione dei costi ha raggiunto i target di piano, con la chiusura di 67 punti vendita diretti in Italia e all’estero e la riduzione del personale da 987 a 858 unità nel corso del 2017". I risultati commerciali, tuttavia, non sono stati quelli attesi: "Il perdurare dell’andamento negativo delle vendite nella stagione primavera-estate 2018 - continua l'industria - e nell’avvio della stagione autunno-inverno 2018, anche a causa di condizioni climatiche non favorevoli (ad esempio nel mese di settembre in tutta Europa si sono avute temperature anche di 10 gradi superiori al mese di settembre dello scorso anno, con impatti molto negativi sul traffico nei negozi fino a meno 30% di visitatori e quindi sulle vendite dei capi autunno-inverno), ha determinato delle rilevanti incertezze circa la capacità della Società di prevedere i volumi di fatturato dei prossimi mesi. Si segnala, peraltro, che analoghi andamenti negativi nell’avvio della stagione autunno-inverno 2018 risultano comuni anche a molti brand del settore abbigliamento e sono generalizzati in tutta Europa".
Per questo motivo l'approvazione del progetto di bilancio al 30 giugno è stata posticipata e il cda ha messo in guardia sull'ipotesi che l'azienda non sia in grado di rispettare gli obiettivi fissati per l'esercizio 2018 con il pool di banche creditrici e le perdite possano obbligare a ridurre il patrimonio.