Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Parere favorevole della Prima commissione

FUSIONE DI CRESPANO E PADERNO, LA REGIONE DA' L'OK

Il relatore Barbisan: "Un'opportunità che porterà grandi vantaggi"


Riccardo Barbisan relatore del progetto di legge per la fusione dei due comuni VENEZIA. «Sarà un momento importante per la crescita della comunità, un passaggio
che potrà portare grandi vantaggi ai cittadini». Così Riccardo Barbisan, consigliere regionale del gruppo Lega, ha commentato l’approvazione, da parte della Prima commissione Affari istituzionali, del progetto di legge n. 383, di cui appunto Barbisan è relatore, per l’istituzione del nuovo comune Pieve del Grappa attraverso la fusione dei due comuni di Crespano del Grappa e Paderno del Grappa, nel Trevigiano.
«Il progetto di legge ora approderà in aula – continua a spiegare Barbisan – e, se il Consiglio dovesse dare il via libera, saranno i cittadini a scegliere il proprio futuro nel referendum consultivo del prossimo 16 dicembre. Un’opportunità che porterà grandi vantaggi al territorio, primo fra tutti la possibilità di accedere a incentivi regionali e statali notevoli per la riorganizzazione dei lavori e del personale che andranno ad arricchire i servizi ai residenti». I due comuni interessati presentano molti punti in comune dal punto di vista paesaggistico ed ecologico, strettamente legato al Massiccio del Grappa, e già al momento condividono diversi servizi.
La fusione, quindi permetterebbe loro di ragionare in termini strategici allo sviluppo del territorio per dare un nuovo impulso al tessuto socio-economico. «La fusione non toglierà nulla alle prerogative storiche e culturali dei due paesi – aggiunge il consigliere Barbisan -, ma fornirà loro una marcia in più. Un passaggio delicato nel quale la Regione non farà mai mancare il suo sostegno e la sua vicinanza».