Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Corte di Cassazione ha dichiarato illegittima la norma della legge regionale del 2017

STOP ALLA BANDIERA DEL VENETO NELLE PREFETTURE

La Presidenza del Consiglio dei Ministri aveva presentato un ricorso


ROMA. La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha vinto il ricorso: la bandiera della Regione Veneto non dovrà più essere esposta nelle prefetture, nè sugli altri edifici sede di organi dello Stato. Lo ha deciso la Corte di Cassazione con la sentenza 183 dichiarando di fatto l'illegittimità costituzionale della norma di legge regionale che aveva introdotto l'obbligo nel 2017. Secondo i giudici della Consulta la legge regionale aveva "invaso   la competenza legislativa esclusiva dello Stato in materia di ordinamento e organizzazione amministrativa" e per questo è in contrasto con l'articolo 117 della Costituzione.