Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/235: ALLA MONTECCHIA LA COPPA DEL MONDO DI TURKISH AIRLINES

Fa tappa in Veneto il campionato amatoriale sostenuto dalla compagnia aerea


SELVAZZANO DENTRO - Con una certa curiosità ho aderito all’invito propostomi dalla compagnia aerea, di partecipare al Turkish Airlines World Golf Cup 2018, inviatomi per tramite dell’Ufficio Stampa italiano della stessa; bello, han fatto le cose molto bene, degne del Club che li...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/234: MOLINARI DECISIVO NELLA RYDER CUP

L'azzurro trascina l'Europa alla vittoria sugli Usa


PARIGI - La tanto attesa storica sfida che ogni due anni mette in competizione gli Stati Uniti d’America e il Vecchio Continente, l’unica competizione in cui l’Europa ha una propria “Nazionale”, gioca sotto un’unica bandiera. I previsti 270mila spettatori, hanno...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/233: FEDEX CUP, IL RITORNO ALLA VITTORIA DI WOODS

Tiger trionfa ad Atlanta, classifica finale a Justin Rose


TREVISO - Istituita nel 2007, la FedEx Cup è un insieme di quattro tornei settimanali del PGA Tour; è una corposa manifestazione di Golf, con il merito di aver introdotto, per prima, il sistema playoff nel golf professionistico. Le gare infatti, quattro, che sono anche la conclusione...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alcune imprese del cantiere trevigiano lasciano la commessa

PEDEMONTANA, LE DITTE DEL SUBAPPALTO IN CRISI DI LIQUIDITÀ

A rischio una quarantina di posti di lavoro


SPRESIANO - A rischio ci sono quaranta posti di lavoro. I pagamenti differiti, fino a 150-180 giorni, e le difficoltà ad ottenere credito anticipato stanno mandando in crisi di liquidità le ditte impegnate nei lavori in subappalto nel cantiere della Pedemontana. Una delle imprese che si occupano dello scavo e delle opere di carpenteria nel tratto in costruzione della superstrada tra Spresiano e Villorba, da fine settembre, ha rinunciato alla commessa, un'altra potrebbe fare lo stesso a breve, avendo già fatto radunare i macchinari. Si tratta di aziende del Sud Italia, a cui, come di prassi per le grandi infrastrutture pubbliche, le lavorazioni sono state affidate dal consorzio Sis, che ha vinto l'appalto generale. Secondo la Fillea Cgil di Treviso, i lavoratori di queste ditte già nei mesi scorsi aveva ricevuto gli stipendi in ritardo e per ottenere il saldo avevano dovuto anche incrociare le braccia scioperando. La committente generale, peraltro, alle richieste dei rappresentanti dei lavoratori, ha fatto sapere di aver sempre rispettato i termini dei pagamenti ai propri subappaltatori. Una quarantina gli operai interessati, di cui una decina locali, gli altri provenienti dalle zone dove hanno sede le aziende: tutti assunti con a tempo determinato, secondo l'avanzamento dei lavori, rischiano di vedersi i contratti non più rinnovati.
Il sindacato, sollecitando anche l'interessamento della politica, ora sta monitarando la situazione, anche per capire se gli addetti possano essere assunti direttamente dall'appaltatore principale.