Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/300: PRIMA VITTORIA DA PRO PER L'EX CALCIATORE LUCA HERBET

L'australiano si impone a sorpresa nel Dubai Desert Classic


DUBAI - Concluso il Championship di Abu Dhabi, l’European Tour è rimasto ancora negli Emirati Arabi Uniti, per la disputa dell’Omega Dubai Desert Classic. Si gioca sul percorso dell’Emirates GC, a Dubai, con sei italiani in campo: Edoardo Molinari, Andrea Pavan, Renato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Agli agenti hanno anche dichiarato un'età fasulla

SCASSINAVANO APPARTAMENTI, BLOCCATE DUE NOMADI

Arrestate dalla Polizia in viale Monfenera


TREVISO - Sono le 14 quando la sala operativa della Questura riceve la chiamata di un cittadino: segnala la presenza di due ragazze sospette che si aggiravano tra i palazzi di viale Monfenera. Gli agenti della Volanti, accorsi sul posto, in effetti, bloccano due giovani, che stanno scendendo le scale di un condominio, cercando di allontanarsi senza farsi notare.
Le due non riescono a giustificare le loro presenza lì, mentre i poliziotti notano una porta danneggiata attorno alla serratura, come per un presumibile tentativo di forzarla. La perquisizione rivela che le ragazze, di estrazione nomade, hanno con sé due cacciaviti di grosse dimensioni, una chiave inglese ed un foglio di plastica (tipico strumento per forzare le serrature), nonché una pinzetta per sopracciglia deformata probabilmente usata come grimaldello.
Portate in Questura, le ragazze hanno dichiarato in un primo momento, di avere rispettivamente 13 ed 11 anni. In realtà, come dimostrato dai successivi accertamenti, hanno entrambe 17 anni: sono state arrestate per furto in abitazione aggravato e denunciate per il reato di false attestazioni a pubblico ufficiale e trasferite all’Istituto Penale minorile, a disposizione del magistrato. Una di loro, inoltre, risulta avere a propriocarico altri precedenti simili per due episodi avvenuti ad Assisi e a Ravenna.

Galleria fotograficaGalleria fotografica